La crisi economica in Grecia .Quanto ci riguarda?

Pagina 7 di 7 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7

Andare in basso

La crisi economica in Grecia .Quanto ci riguarda? - Pagina 7 Empty Re: La crisi economica in Grecia .Quanto ci riguarda?

Messaggio Da lepidezza il Gio 09 Feb 2012, 12:25

il punto è che il malato per quantocoresponsabile del suostato di salute, si è aggravato ( non si è mica ripreso o ha aspettative in questo senso )con la cura di antibiotici del medico( bce e troika varie)
Con i prestiti che avrebbero dovuto salvare un paese insolvente( mentre prima di allora le agenzie di rating assicuravano il contrario come per noi) il paese si ritrova a chiederne degli altri a maggiori sacrifici, dopo tutte le misure lacrime e sangue del primo stock di finanziamenti( misure che iniziano a essere sdoganate anche da noi e in spagna).
Il rischio in entrambi i casi( accettare o rifiutare i suggerimenti/ ricatto fimi e bce) era che la Grecia avrebbe attraversato una grossa crisi economica, recessione etc, ma con una sostanziale differenza: conservare la sovranità economico politica del proprio paese.
Adesso la situazione è questa:
Fino a notte fonda la riunione tra i partiti che sostengono il governo tecnico di Papademos. ( ex godlman sachs pure lui manco per caso)Tagli selvaggi agli stipendi minimi (-22%). La crisi non risparmia nessuno, solo le banche non si toccano
L'abolizione del posto fisso nelle aziende a partecipazione statale e nelle banche si accompagnerà alla diminuzione dei loro stipendi e pensioni. Se non bastasse tutto questo, la «troika» imporrà fino alla fine del luglio «l'allineamento con i paesi concorrenti» della convenzione collettiva del lavoro.

La Ue, il Fondo monetario internazionale e la Bce trasformano la Grecia nella più grande Chinatown dell'Europa per quando riguarda i bassi stipendi, l'abolizione della contrattazione collettiva del lavoro e le garanzie di protezione dei lavoratori. I greci saranno chiamati a pagare una nuova montagna di soldi per il salvataggio delle banche, però la «troika» vuole tenere le loro mani lontane. Per tre anni i governi greci non potranno esercitare il diritto di voto per le azioni delle banche in loro possesso, lasciando per l'ennesima volta mano libera agli stessi banchieri che hanno rovinato il paese. Il contrario di quel che è successo negli Stati Uniti e in Inghilterra.
Spoiler:
La crisi non risparmia nessuno. Il Sacro Consiglio Permanente della chiesa ortodossa greca non ha aspettato il taglio del costo del lavoro e ha annunciato la chiusura della sua radio, mentre la sua frequenza si dice sia stata assicurata a un armatore.
Papadimos ha chiamato ieri sera i tre leader che appoggiano il suo governo tecnico per rispondere con un «prendere o lasciare» sul mini Memorandum che dovrà accettare il paese per garantire il nuovo maxi prestito e il taglio del debito nelle mani dei privati. Papandreou, Samaras e Karatsaferis hanno di fatto detto sì da giorni ai diktat della «troika», mentre all'interno dei due grandi partiti Pasok e Nuova Democrazia si alzano con più insistenza voci contrarie.
Il governo di «Papadimios», «Papa-boia», come è stato ribattezzato dall'opinione pubblica, sembra abbia accettato un forte taglio del 22% per lo stipendio minimo, che sarà esteso ai lavoratori del settore privato. Così un lavoratore nuovo avrà un stipendio mensile di 586,10 euro, invece dei 751,40 euro che aveva precedentemente, perdendo di fatto tre delle dodici mensilità dell'anno, mentre il sussidio di disoccupazione si riduce a 360 euro al mese. La «troika» ha poi un debole per i giovani. Così chi è sotto i 25 anni dovrà sopportare un altro taglio del 10% del suo stipendio minimo e accontentarsi di 528,49 euro al mese. E non basta. perché resta aperta la possibilità di un nuovo taglio del salario minimo e degli stipendi nel settore privato nei prossimi mesi e anni. Da parte sua il governo greco festeggia perché ha salvato la 13esima e la 14esima.
Il salario giornaliero per un lavoratore non sposato e senza esperienza si riduce ai 26,18 euro, dai 33,57 euro, e per uno sposato ai 28,80 dai 36,92 euro. Lo stipendio per un lavoratore con tre figli e nove anni di lavoro si abbasserà agli 808,96 dai 1.037,13 euro. Per quando riguarda le pensioni lo scenario più probabile prevede l'immediato taglio del 15%-20% delle pensioni e del 15% per quelle integrative. La «troika» vuole una forte diminuzione dei contributi assicurativi, ma il governo greco sostiene che nel peggiore dei casi non deve superare il 10%. Gli stipendi e i contributi più bassi non si accompagneranno solo a pensioni più basse ma anche al bisogno di una riforma assicurativa e all'aumento della età pensionabile. L'abolizione del posto fisso nelle aziende a partecipazione statale e nelle banche si accompagnerà alla diminuzione dei loro stipendi e pensioni. Se non bastasse tutto questo, la «troika» imporrà fino alla fine del luglio «l'allineamento con i paesi concorrenti» della convenzione collettiva del lavoro.
Intanto il segretario generale dell'unica centrale sindacale del settore privato Gsee, Giannis Panagopoulos, ha fatto una visita lampo alla sede dell'Ufficio Internazionale del Lavoro (Ilo) a Ginevra per prendere iniziative anche legali contro la violazione dei diritti internazionali del lavoro da parte della «troika», mentre oggi Gsee deciderà il piano dei nuovi scioperi e manifestazioni. Panagopoulos è stato martedì a Berlino dove ha informato dettagliatamente i sindacati e i parlamentari tedeschi sulle misure della «troika» contro i lavoratori greci.
La distruzione della società greca è stata ammessa indirettamente dall'istituto di Bruxelles Eurostat, che ha notificato come già alla fine del 2010 il 27,70% della popolazione in Grecia o 3,03 milioni di persone vivevano ai limiti della soglia di povertà.
Gli ordini dei medici, avvocati e ingegneri hanno fatto ieri fronte comune per difendere la democrazia, lo stato sociale e di diritto. «Non si mettono sotto dura prova le nostre resistenze economiche, ma specialmente i limiti della nostra resistenza come liberi cittadini in una società democraticamente strutturata», dicono nel loro comunicato comune.
[b]
http://www.ilmanifesto.it/attualita/notizie/mricN/6444/
lepidezza
lepidezza
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 15123
Data d'iscrizione : 30.09.09

Torna in alto Andare in basso

La crisi economica in Grecia .Quanto ci riguarda? - Pagina 7 Empty Re: La crisi economica in Grecia .Quanto ci riguarda?

Messaggio Da lepidezza il Gio 09 Feb 2012, 14:17

La crisi economica in Grecia .Quanto ci riguarda? - Pagina 7 1321025233252_economist1
-Prima la buona notizia…
-Stiamo finalmente andando nella giusta direzione.


AUTORE: KAL
FONTE: The Economist
lepidezza
lepidezza
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 15123
Data d'iscrizione : 30.09.09

Torna in alto Andare in basso

La crisi economica in Grecia .Quanto ci riguarda? - Pagina 7 Empty Re: La crisi economica in Grecia .Quanto ci riguarda?

Messaggio Da nonhol'età il Gio 09 Feb 2012, 16:31

La crisi greca era al mercato stamattina:
branzini e orate d'allevamento a 1euro e 50 cent. al Kg.
tolto il viaggio, vorrei sapere quanto hanno dato agli itticultori sudo freddo triste
nonhol'età
nonhol'età
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post

Messaggi : 5120
Data d'iscrizione : 14.02.10

Torna in alto Andare in basso

La crisi economica in Grecia .Quanto ci riguarda? - Pagina 7 Empty Re: La crisi economica in Grecia .Quanto ci riguarda?

Messaggio Da bellaprincipessa il Gio 09 Feb 2012, 17:06

se pensoc he io qui, quelli selvaggi, a volte li vedo a 33€/Kg!
bellaprincipessa
bellaprincipessa
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 14838
Data d'iscrizione : 05.10.09
Località : Roquebrune Cap-Martin (Costa Azzurra)

Torna in alto Andare in basso

La crisi economica in Grecia .Quanto ci riguarda? - Pagina 7 Empty Re: La crisi economica in Grecia .Quanto ci riguarda?

Messaggio Da lepidezza il Lun 13 Feb 2012, 17:30

2/2 Rai GRECIA, CONTRARI PIANO
FUORI DA PARTITI
I due partiti greci che sostengono il governo del primo ministro Papademos hanno espulso più di 40 deputati che hanno votato contro il piano di austerity approvato dal Parlamento.
Il partito conservatore Nuova Democrazia ha annunciato di avere messo fuori 21 dei suoi 83 deputati, mentre i socialisti del Pasok hanno cacciato circa 20 dei 153 loro parlamentari.

http://www.studioconsulenzaromano.net/news-online/grecia-contrari-piano-fuori-da-partiti/16011/

lepidezza
lepidezza
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 15123
Data d'iscrizione : 30.09.09

Torna in alto Andare in basso

La crisi economica in Grecia .Quanto ci riguarda? - Pagina 7 Empty Re: La crisi economica in Grecia .Quanto ci riguarda?

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 7 di 7 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum