Glory of Metal (recensioni)

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Andare in basso

Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Empty Re: Glory of Metal (recensioni)

Messaggio Da Cantastorie il Mar 01 Giu 2010, 10:58

Bellissimo questo 3d Killer, sto leggendo e ascoltando pian piano (perchè per me il metal è rimasto un mondo "ignoto"..)quindi per me conta molto che qualcuno che lo ama mi ci accompagni poco per volta e a piccole dosi, come succede in questo 3d...

Grassie amici gruppo
Cantastorie
Cantastorie
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 16424
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : Catania

http://tuttiallopera.altervista.org/

Torna in alto Andare in basso

Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Empty Re: Glory of Metal (recensioni)

Messaggio Da vannibit il Mar 01 Giu 2010, 13:51

killer73 ha scritto:perfetto rossa Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 187966 .cerco di raccontare album accessibili a tutti,sarebbe stupido da parte mia parlare di gruppi ultrapesanti,( anche se per qualche cd saro' costretto a farlo Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 277752 )invece penso che certe sonorita' possono colpire anche persone lontane da quel mondo Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 492913

Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 304814 grazie Killer,senti a me il genere piace pero' diciamo che sono una che ignora molto sull'argomento Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 722603 ,mi spieghi la differenza tra metal e hard rock ?
vannibit
vannibit
Utente Colonna: 2001-5000 post
Utente Colonna: 2001-5000 post

Messaggi : 2152
Data d'iscrizione : 01.10.09

Torna in alto Andare in basso

Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Empty Re: Glory of Metal (recensioni)

Messaggio Da killer73 il Mar 01 Giu 2010, 23:33

ok vannibit,te lo spiego subito.l' hard rock e' nato un po di tempo prima del metal,verso la meta dei 60.gia i led zeppelin avevano certe sonorita',cosi come i rolling stones oppure jimi hendrix.ok,i gruppi citati non sono prettamente hard rock ma dalle loro sonorita' e' nato.difatti dai primi anni 70 sulll onda di quelle sonorita' son nati black sabbath,ac dc,van halen,kiss,alice cooper,aerosmith,ecc ecc,appesantendo il suono,ma classificabili come hard rock.il metal nasce qualche anno piu tardi,da meta' anni 70 in poi nascono motorhead,judas priest,iron maiden,e molti altri,e sara' l ondata inglese denominata" new wave of british heavy metal",la nuova ondata di metal britannico, che cambiera' ancora di piu il suono rendendolo ancora maggiormente piu duro.da li' verranno inventati altri stili sempre piu duri,tipo il thrash,dove spiccano i metallica,oppure il death metal,il black metal,il grind,e decine di altri generi ancora.un breve riassunto della storia mi pareva necessario per capire la differenza,spero di esser stato chiaro Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 492913

_________________________________
Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Dark-e10



Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Samp3b10

"...Sono un uomo che cammina solo".(Iron Maiden)

"Se i giovani si organizzano,si impadroniscono di ogni ramo del sapere e lottano con i lavoratori e gli oppressi,non c'e' scampo per un vecchio ordine fondato sul privilegio e sull'ingiustizia". (Enrico Berlinguer)



"meglio essere un ubriacone famoso che un alcolista anonimo".
killer73
killer73
Metallo Pensante
Metallo Pensante

Messaggi : 3036
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : versilia

Torna in alto Andare in basso

Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Empty Re: Glory of Metal (recensioni)

Messaggio Da judylee il Mer 02 Giu 2010, 08:38

Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 187966 molto chiaro... e ben condensato.
judylee
judylee
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post

Messaggi : 6072
Data d'iscrizione : 09.02.10
Località : ovunque sei...

Torna in alto Andare in basso

Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Empty Re: Glory of Metal (recensioni)

Messaggio Da Waltzing Matilda il Mer 02 Giu 2010, 10:15

Grazie Killer stai facendo un gran lavoro Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 187966
Già prima di iscrivermi qui cercavo i tuoi video metallari ma mi mancava proprio un aggiornamento e un giudizio critico, Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 670314 che voi fa, è l'età, per me son già nuovi i Maiden Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 842886
Vai continua così e grazie Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 736873
Waltzing Matilda
Waltzing Matilda
Utente Aficionado: 501-2000 post
Utente Aficionado: 501-2000 post

Messaggi : 927
Data d'iscrizione : 04.02.10
Località : meandro sotterraneo

Torna in alto Andare in basso

Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Empty Re: Glory of Metal (recensioni)

Messaggio Da killer73 il Mer 02 Giu 2010, 19:38

Seattle e' la causa della rovina di molti gruppi H/M,perche' in questa citta' negli anni 90 nacque il grunge che spazzo' via tanto di buono fatto fino ad allora in quel momento in terra americana e non.giustamente il grunge ebbe vita corta.in tutto quel marasma grungesco,una band proprio di seattle tiro' dritta per la sua strada sfornando un disco meraviglioso.nel 1990 i Queensryche diedero ai fan un disco che ancora oggi e' ritenuto uno tra i capolavori della band,"Empire".era dura per la band ripetere i fasti del passato,il cd precedente,"operation:mindcrime"vendette milioni di copie,fu decretato come la perfezione musicale in assoluto da giornalisti del settore e dai colleghi musicisti,mandando nell olimpo del metal la band autore di quell opera ineguagliabile.allora perche' non parlo di quel disco? perche questo mi piace di piu Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 765817 ,semplice.i Queensryche vengono inglobati nell ambito prog metal,se da una parte e' vero e' vero anche che i Queensryche non sono la solita prog band gia sentita decine di volte,il loro suono e' unico,il che li mette in mezzo tra il prog e il metal.un intro sostenuto di tastiere apre il primo brano "best i can",song dai ritmi sostenuti,con cori davvero ben assortiti,forte nel ritornello,con appunto le tastiere da fare da trama per tutto il pezzo. le prossime due "the thin line"e "jet city woman"hanno il potere di conquistare l orecchio dell ascoltatore poco avvezzo al prog.tempi stoppati,un basso che scende sempre piu in...basso,e poi la voce di Geoff Tate che si cimenta su sperimentazioni armoniose al limite della recitazione,sempre calda,pulita,limpidissima.la canzone "Della Brown"e' la conferma di quanto detto in precedenza,un basso che scende nei fondali marini,un testo che da' emozioni anche a chi non comprende la lingua,tempi intrecciati,cori,tutto di ottima fattura.questi primi pezzi hanno un alone romantico-malinconico,ma ci pensa la poderosa "Another Rainy Night"a dare un ulteriore carica,con melodie taglienti e azzeccatissime,ma non mettendo da parte quell alone gia descritto,almeno nel testo,un momento di solitudine di un uomo abbandonato che proprio in una giornata di pioggia rivive i suoi ricordi. "Empire" da'il nome all album,e non poteva essere canzone migliore,un ritornello quasi cantato a fil di voce,lenta,che trasporta l ascoltatore nei drammi del testo(un uomo uccide suo fratello per soldi),la batteria sembra che spari davvero colpi di pistola e il lavoro melodico di DeGarmo alla chitarra e' davvero ben eseguito.la rabbia di questo testo va a sfociare nella seguente "resistence" dove un suono graffiante rende l idea,forse il pezzo piu ruvido,non pesante pero',dell intero disco.si sa,dopo la tempesta torna il sereno,e in questa posizione e' collocata la ballad "silent lucidity",una canzone dal sapore immenso,cantata in modo magistrale con una voce mai elevata,a volte profonda ma sussurrata,una tra le piu belle ballad mai composte da un gruppo metal,se non la piu bella."hand on heart" ci riporta un po di irruenza sonora ma sempre raffinata ed elegante,mai fuori i canoni del buon gusto,condita da assoli di chitarra davvero ineccepibili e arrangiamenti pieni di sfumature interessanti."one and only" e' forse il punto piu basso del cd,il suo livello compositivo non e' all altezza di tutte le altre song,anche se resta sempre una buona canzone,l ultimo minuto di questo pezzo comunque vale l intera canzone.a chiudere il cd ci pensa "anybody listening?" e va a toccare una profondita' intesa come introversione forse mai raggiunta dal gruppo,un pezzo molto intimistico,non so se rendo l idea.tutto il cd e' calibrato,sia nei suoni che nella voce,mai nulla di fuori luogo,fatto come in punta di piedi.un metal,rock,prog,elegante,raffinato,pacato,godibile,come solo i Queensryche sanno fare.ogni album alla fine del suo ascolto lascia qualcosa di diverso ad ognuno degli ascoltatori,a me ha lasciato un immagine chiara: classica strada americana di periferia,deserta,notte fonda,mentre piove....
Tracklist:
1) best i can
2) the thin line
3) jet city woman
4) della brown
5) another rainy night (without you)
6) empire
7) resistence
8) silent lucidity
9) hand on heart
10) one and only
11) anybody listening?
Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Queens10

_________________________________
Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Dark-e10



Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Samp3b10

"...Sono un uomo che cammina solo".(Iron Maiden)

"Se i giovani si organizzano,si impadroniscono di ogni ramo del sapere e lottano con i lavoratori e gli oppressi,non c'e' scampo per un vecchio ordine fondato sul privilegio e sull'ingiustizia". (Enrico Berlinguer)



"meglio essere un ubriacone famoso che un alcolista anonimo".
killer73
killer73
Metallo Pensante
Metallo Pensante

Messaggi : 3036
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : versilia

Torna in alto Andare in basso

Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Empty Re: Glory of Metal (recensioni)

Messaggio Da killer73 il Dom 13 Giu 2010, 23:13

Dopo aver descritto album "tranquilli",e' giunto il momento di spingere un po sull'acceleratore con i tedeschi Helloween.loro nascono nei primi anni 80 come gruppo "power/speed metal",gia l etichetta musicale lascia intendere qualcosa di ben preciso su come suonano.Non hanno inventato il genere power/speed,ma di sicuro lo hanno portato alla fama mondiale con le loro prime uscite discografiche.il 1988 vede la luce il successore di "keeper of the seven keys part 1",ossia "keeper...part 2".i 2 capitoli ovviamente sono legati,nel 2008 e' uscito il terzo ma con poca fortuna.Se la prima parte di questa storia e' stata grandiosa,la seconda e' stato un vero capolavoro assoluto ed ineguagliabile nel genere.il cd si apre con una piccola intro che va ad aprire "eagle fly free",un pezzo veloce impregnata di squisite melodie,il refrain poi e' un esplosione di gioia,melodia,velocita',il tutto condito dall assurda voce di Michael Kiske,che raggiunge picchi talmente alti che a confronto tutti gli 8mila scalati da Mesnner diventano collinette."you always walk alone" e' la seconda traccia,e qui Kiske gioca con la sua voce intrecciando melodie un po anomale per il genere,song piena di pathos e di carica.Ma uno dei gioielli del cd arriva con "rise and fall",e qui esce anche tutta la goliardia del gruppo sempre pronto a farci divertire con trovate bizzarre e esilaranti,sia nei testi,sia nella musica e sia dal vivo.difatti in questa canzone ci troviamo pure le capre e cavalli! il pezzo e' quasi un mid-tempo,veloce ma non troppo,orecchiabilissima,come del resto tutti i loro pezzi,un pezzo davvero divertente.Uno scricchiolio di una porta e delle urla aprono invece "dr.stein",uno dei pezzi ormai entrati nella storia della band e non solo.e' un incredibile brano dal ritornello fantastico,un intermezzo di organo davvero azzeccato,brano non veloce,ma sempre ben sostenuto da un ottima ritmica.fantastico.si arriva cosi alla semi-ballad "we got the right",pezzo dall incedere sempre in crescendo,picchi vocali ineguagliabili da chiunque altro ( la cosa incredibile e' che Kiske li eseguiva cosi anche dal vivo,senza calare di un tono...)un pezzo che cattura per la bellezza delle melodie,insomma,un altro gioiello."march of time" si apre con un intro maestoso che inganna l ascoltatore,perche' il pezzo e' un jet a velocita supersonica.doppia cassa a manetta, i 2 chitarristi,Michael Weikat e Kay Hansen si lanciano in riff e assoli vertiginosi,un ritornello come sempre super orecchiabile e ultramelodico,una song-tornado,perche spazza via tutto con la sua potenza e velocita'.in alcune edizioni il pezzo "save us" e' dato in chiusura del disco,in altre alla settima posizione,questa cosa non l ho mai capita,comunque e' un altra conferma della potenza/velocita della band con una camionata di melodia.un altro pezzo entrato nella storia e' "i want out",dove Kiske raggiunge forse l apice producendo linee vocali davvero complesse che scandiscono ritornelli mai banali e incisivi anche se non raggiunge toni pazzeschi.canzone rocciosa,con velocita' molto ridotta,e mi ripeto,melodie che subito si stampano in testa,caratteristica del gruppo anche nei cd a seguire.l ultimo brano e' secondo me il capolavoro assoluto della band,ossia la titletrack,"keeper of the seven keys,13 minuti in cui son racchiusi tutti gli elementi che hanno dato vita a questo disco,melodia,velocita',potenza,il sapore quasi epico del ritornello quasi acustico,insomma,uno scrigno che racchiude l incredibile musicalita' del gruppo.la velocita'(con gli anni piu moderata)degli helloween, si sposa ottimamente con melodie talmente facili da ricordare che potrebbero sembrare banali,che catturano l ascoltatore per la loro bellezza facendoli dimenticare tutta la potenza e velocita sprigionata dalla band.questi erano i veri Helloween,nel tempo sono andati via tutti tranne il chitarrista-compositore-fondatore Michael Weikat,la band ha ritrovato un po di smalto da qun po di anni,ma i fasti del passato,a meno che non accada la reunion,e tutto il mondo metal la auspica,non potranno mai piu tornare.
Tracklist:
1)invitation
2) eagle fly free
3) you always walk alone
4) rise and fall
5) dr.stein
6) we got the right
7) save us
8) march of time
9) i want out
10) keeper of the seven keys part 2
Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Hellow10

_________________________________
Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Dark-e10



Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Samp3b10

"...Sono un uomo che cammina solo".(Iron Maiden)

"Se i giovani si organizzano,si impadroniscono di ogni ramo del sapere e lottano con i lavoratori e gli oppressi,non c'e' scampo per un vecchio ordine fondato sul privilegio e sull'ingiustizia". (Enrico Berlinguer)



"meglio essere un ubriacone famoso che un alcolista anonimo".
killer73
killer73
Metallo Pensante
Metallo Pensante

Messaggi : 3036
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : versilia

Torna in alto Andare in basso

Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Empty Re: Glory of Metal (recensioni)

Messaggio Da killer73 il Sab 19 Giu 2010, 13:17

Dalle costole dei Savatage,gran gruppo stimato e apprezzato dai piu',nasce questo progetto,ideato dal tastierista-cantante-fondatore John Oliva mastermind dei suddetti Savatage e dal produttore,sempre del gruppo appena citato, Paul O'Neill. I primi 2 dischi erano incentrati su canzoni natalizie in chiave rock-metal melodico,ma con questo terzo disco,la Trans Siberian Orchestra decide di cambiare rotta dedicando l'intero lavoro a Beethoven e alla sua ultima notte,difatti il cd si intitola "Beethoven's last night",uscito nel 2000.In questo supergruppo,oltre ad alcuni membri dei Savatage,prestano servizio molti ospiti maschili e femminili,che si alternano a flauti,viole,violoncelli,parti narrate,batteria ecc ecc. Il cd e' pieno di citazioni del grande compositore ma non mancano neanche quelle di altri,come per esempio un accenno de "il volo del calabrone".Il disco si apre con "overture",una breve esecuzione della "sonata al chiaro di luna"lascia spazio a brevi accenni sia della quinta sia della nona sinfonia.Alcune opere nel corso del cd si ripetono,ovviamente sono brevi passi musicali,come l'"inno alla gioia",ma sono ben inserite senza risultare messe li' tanto per fare minuti.Nella sua interezza e' un album melodico con composizioni articolate e ovviamente l elemento sinfonico e' ben presente non tanto con orchestrazioni di archi,quanto invece con il piano di Oliva.22 tracce per quasi 2 ore di musica.Atmosfere cupe e misteriose fanno capolino in "midnight"fanno da contraltare aquelle piu incalzanti della seguente "fate",dove i cori sinfonici sono la colonna portante del brano."what good this deafness"sembra cadere in un vortice di follia,forse la stessa, nel senso piu positivo,che ha contribuito a Beethoven di realizzare tutte le sue meraviglie."Mephistopheles"e' quasi narrata dalla voce di Oliva,e gia dal titolo l atmosfera torna tetra e cupa ma andando poi a rasserenarsi." what is eternal? "cattura l attenzione per le sue atmosfere tristi e malinconiche e va ad introdurre il prossimo lotto di pezzi musicalmente rilassati,che inizia con "the moment", un brano quasi timido,come se non voglia disturbare l ascoltatore."Vienna"invece da spazio a composizioni piu ariose,sempre condite da orchestrazioni sinfoniche."Mozart-figaro" e' un pezzo strumentale,dove le chitarre fanno il verso ai violini,mentre la seguente "the dreams of candlelight"e' interamente cantata da una voce femminile accompagnata inizialmente da un piano per poi esplodere nel ritornello."requiem (the filth)",altro pezzo strumentale incentrato su una composizione di beethoven inframezzato da un coro femminile.Uno dei pezzi piu belli e' sicuramente "i'll keep your secrets",pure questo cantato da una donna,ritornello fantastico che prende vigore per poi calmarsi e tornare pacato,il tutto accompagnato dalle ottime melodie di Oliva al piano."the dark"ci fa ripiombare in atmosfere tristi e malinconiche,con un assolo di chitarra a mo' di lamento."fur elise",il titolo dice gia tutto,40 secondi del famoso brano."after the fall"e' un altro gioiello cantato al femminile, brano strano,con due parti diverse,la prima piu cadenzata,la seconda piu sostenuta con una melodia estranea alla prima."a last illusion"e' il gia citato in precedenza "volo del calabrone",non nella sua interezza,da ascoltare il magnifico coro maschile finale con le chitarre,e un piano finale, che ci ricordano l'inno alla gioia."this is who you are"e' il classico pezzo dei Savatage,cioe',melodie uniche,un cantato particolare sempre dall incedere in crescendo.Si arriva cosi alla titletrack "beethoven",altro pezzo strumentale di un altra sua composizione famosissima."mephistopheles'return"e' letteralmente grandiosa per i suoi giochi con i cori maschili e femminili,che ad un certo punto si sovrappongono dando un risultato ottimo,formula gia usata dagli stessi Savatage in molti loro pezzi,ma d'altraparte non poteva non essere cosi visto che chi suona qui suona pure nell altro gruppo.Un pezzo davvero grandioso."misery" si distingue per la voce di Oliva sarcastica,beffarda,quasi a prendere in giro,sembra quasi quella di un demone che tenta al peccato,il pezzo si regge sul suo piano."who is the child" e' un altro pezzo fantastico,una ballad rilassante,pura,che esplode nel finale rendendo maestosita' al pezzo.l'ultimo pezzo e' "final dream",introdotta da un tenue piano e voce femminile,quasi 2 minuti di leggerezza.perdonatemi ma devo fare un breve riassunto sulla storia narrata nel cd:praticamente,nell ultima notte al compositore appare il Fato che li rivela che sarebbe stata la sua ultima notte.rimane spaventato da questa rivelazione,e a mezzanotte gli appare il diavolo,Mefistofele,a prendere la sua anima,ma puo non prenderla a patto che beethoven li dia tutta la sua musica.ha solo un ora per decidere cosa fare,ma decide di non dare la musica la diavolo perche questa e' tutta la sua vita,e questa decisone e' presa anche grazie all apparizione del fantasma di Mozart il quale li dice che la sua ultima composizione e' la piu grande di tutte quelle composte in generale.il diavolo pero' non e' daccordo,e propone lo scambio "decima sinfonia-salvezza di una bambina",sinfonia non ancora ascoltata da nessuno.questa volta cetta lo scambio e firma il patto con mefistofele,che risultera' nullo perche non e' il primogenito della famiglia Beethoven,visto che il vero primo figlio,peraltro omonimo, mori quando aveva un anno e lui non era ancora nato,e tutto questo il diavolo non lo sa,credendo cosi di averlo fregato.
TRACKLIST:
1. Overture
2. Midnight
3. Fate
4. What good this deafness
5. Mephistopheles
6. What is eternal?
7. The moment
8. Vienna
9. Mozart-Figaro
10. The dreams of candlelight
11. Requiem (the Fifth)
12. I'll keep your secrets
13. The dark
14. Für Elise
15. After the fall
16. A last illusion
17. This is who you are
18. Beethoven
19. Mephistopheles' return
20. Misery
21. Who is this child?
22. A final dream
Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Transi10

_________________________________
Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Dark-e10



Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Samp3b10

"...Sono un uomo che cammina solo".(Iron Maiden)

"Se i giovani si organizzano,si impadroniscono di ogni ramo del sapere e lottano con i lavoratori e gli oppressi,non c'e' scampo per un vecchio ordine fondato sul privilegio e sull'ingiustizia". (Enrico Berlinguer)



"meglio essere un ubriacone famoso che un alcolista anonimo".
killer73
killer73
Metallo Pensante
Metallo Pensante

Messaggi : 3036
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : versilia

Torna in alto Andare in basso

Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Empty Re: Glory of Metal (recensioni)

Messaggio Da killer73 il Dom 20 Giu 2010, 23:27

Un biondino riccioluto nato in Svezia scrisse in tenerissima eta' alcune bozze di canzoni che poi sarebbero finite sui suoi album.Piu che altro erano parti di chitarra.Cosi narra la leggenda,nessuno sa con certezza la verita',se non il diretto interessato,lo svedese Lars Johan Yngve Lannerback,meglio conosciuto come Yngwie J. Malmsteen,il piu grande chitarrista in ambito hard rock-metal e forse dopo Jimi hendrix,dell intero panorama musicale.E' il 1988,e Yngwie( in svedese significa "giovane vichingo") da alle stampe "Odyssey",quarto album,quarto capolavoro della sua da poco iniziata carriera.Il disco rasenta la perfezione,e' un album da avere per chi ama assoli tecnici,velocissimi,un cd molto melodico,che ti entra in testa e non ne esce piu,con un mix di metal,hard rock,pezzi strumentali,ballad.Si apre con "rising force",dopo una breve intro la sezione ritmica devasta tutto cio che incontra,in evidenza anche le tastiere,qui e in tutto il disco,altra colonna portante della musica di Malmsteen.un ritornello ben riuscito e molto melodico e' una delle cose piu belle di questo pezzo,ma non dimentico nemmeno una scala di chitarra a dir poco allucinante per la pazzesca velocita' di esecuzione condita da un ottima tecnica."hold on" e' il secondo pezzo,un pezzo oscuro,ritmi decisamente rallentati ma sempre melodie godibili."heaven tonight" e' forse per me il brano meno riuscito,pezzo allegro,melodie smielate,zuccherose,un po banalotte per i miei gusti,alla fine pero' il pezzo si lascia ascoltare comunque con piacevolezza anche grazie ai virtuosismi di Yngwie.Una delle piu belle ballad dell intero panorama "duro",e' per me "dreaming (tell me)",un lento superlativo,dal sapore triste,un ritornello di rara' intensita'.La velocita' ritorna con la seguente "bite the bullet",associata ad una tecnica cristallina."riot in dungeons" e' un pezzo strano,originale,strofe altalenanti,poco lineari,tastiere in gran spolvero e una sezione ritmica davvero ottima e precisa. Il metal e' piu presente con la seguente "deja-vu",ma senza mai perdere di vista ottime melodie in tutto il brano,l assolo conclusivo e' davvero geniale.Ancora metal con "crystall ball",soliti riff giganteschi e un ritronello davvero ispirato."now is the time" e' caratterizzata dalle ottime tastiere,sembra che l abbia scritta apposta per farla diventare un hit,e difatti la storia ha dato ragione a questo pezzo.La velocita sfrenata ritorna con "faster than speed of light",con un titolo cosi poteva non essere altrimenti?nessuna pausa,nessun respiro,solo una chitarra lanciata alla...velocita' della luce."krakatau" e' strumentale.inizia con riff su riff,poi il suono diventa piu lineare ma piu duro e poi cambia ancora dando spazio a una colata di assoli spaventosi,le tastiere sembrano voler calmare la furia esecutiva ma con nessun risultato,cosi si mettono a duettare.a chiusura del cd c'e' "memories",poco piu di un minuto che scorre tra le note di un arpeggio.
TRACKLIST:
1) rising force
2) hold on
3) heaven tonight
4) dreaming (tell me)
5) bite the bullet
6) riot in the dungeons
7) deja-vu
8) crystall ball
9) now is the time
10) faster than the speed of light
11) krakatau
12) memories
Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Yngwie10


1. Rising Force
2. Hold On
3. Heaven Tonight
4. Dreaming (Tell Me)
5. Bite The Bullet
6. Riot In The Dungeons
7. Deja Vu
8. Crystal Ball
9. Now Is The Time
10. Faster Than The Speed Of Light
11. Krakatau
12. Memories.

_________________________________
Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Dark-e10



Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Samp3b10

"...Sono un uomo che cammina solo".(Iron Maiden)

"Se i giovani si organizzano,si impadroniscono di ogni ramo del sapere e lottano con i lavoratori e gli oppressi,non c'e' scampo per un vecchio ordine fondato sul privilegio e sull'ingiustizia". (Enrico Berlinguer)



"meglio essere un ubriacone famoso che un alcolista anonimo".
killer73
killer73
Metallo Pensante
Metallo Pensante

Messaggi : 3036
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : versilia

Torna in alto Andare in basso

Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Empty Re: Glory of Metal (recensioni)

Messaggio Da killer73 il Sab 26 Giu 2010, 01:03

Abitano in Svizzera i Lacrimosa,gruppo gothic metal tra i piu in voga e tra i piu apprezzati della scena mondiale.E' un duo composto dal tedesco Tilo Wolff,autore di testi e tutte le parti musicali,comprese quelle eseguite dall orchestra,e dalla sua moglie,la finlandese Anne Nurmi,vocalist pure lei.Non e' piu puro goth il loro suono, e' cambiato nel corso degli anni,partito proprio dal suddetto genere,arrivando con l ultimo album uscito poco tempo fa ad un sound decisamente heavy.Ma non e' questo il disco che prendo in esame,ma " Elodia",uscito nel 1999.Parlare di un loro disco non e' mai facile,e' piu conveniente fare una recensione generale che non soffermarsi a lungo pezzo per pezzo,perche' e' una musica talmente complessa che va solo ascoltata."Elodia" e' un cd drammatico per la storia che narra, una coppia in cui l amore e' pian piano sopraffatto dall apatia che li allontana sempre piu,facendo diventare un omicida l uomo che amando troppo la compagna la uccide perche non sopporta piu la situazione che si e' creata,arrivando a pentirsi e a redimersi nell ultimo pezzo del cd.Un solo pezzo in inglese,"the turning point",cantato da Anne,pezzo quasi da cantilena,con parole strozzate e dove le chitarre sono presenti per tutta la durata del brano.il resto dei brani e' maggiormente musica classica,grazie all apporto della London Symphony Orchestra.I Lacrimosa alternano lunghe parti orchestrali con tutti gli strumenti adatti a questa musica a brevi sfuriate metal anche piuttosto roccioso,ma sempre in sintonia con la melodia del brano.Elodia e' forse il piu bel disco del duo tedesco-finlandese,con pezzi drammatici,urlati per la disperazione come in "halt mich",oppure malinconici come in "ich verlasse heut'dein herz",oppre sommessi come nella conclusiva "am ende stehen weir zwei",ma il clou del cd e forse della loro carriera discografica,sono i 14 minuti di "sanctus". un pezzo puramente classico,operistico,dove un gran coro maschile apre le danze e si ripresenta a piu riprese,anche con un coro femminile,durante tutto il brano,cantando pure in latino.spettacolare e' la ripetizione del ritornello sul finire del pezzo,dove alle voci dei coristi si uniscono batteria,chitarra e basso per un refrain che trascinante e' dir poco.Un pianoforte apre il disco in " am ende der stille",pezzo da tinte barocche,dove la voce di Wolff e' inizialmente bassa ma piena di pathos,in questo pezzo nessuna chitarra,ne batteria,niente di niente se non l orchestra londinese a sostenere il cantato."alleine zu zweit" e' cantata in coppia con la moglie,qua e' l orchestra ad accompagnare basso,batteria ecc ecc...,e sara' cosi per tutto il disco,un alternarsi.il pezzo piu vicino al metal e' la sesta traccia,"dich zu toten fiel mir schwer",dall inizio tipicamente metal con la chitarra ben in evidenza per poi lasciare il posto ad archi,oboe ecc ecc.strepitoso il finale di questo brano dove Tilo Wolff sembra urlare la sua disperazione,finendo poi il pezzo con una sorta di carillon.La musica dei Lacrimosa non e' allegra,con un nome cosi cosa aspettarci? ma e' coinvolgente,suadente,non di facile assimilazione per via della lunghezza dei pezzi, per la disperazione messa in musica che contraddistingue questa band,e forse anche dalla lingua tedesca che a molti puo risultare pesante da ascoltare,invece secondo me risulta molto musicale a confronto se sentita parlare.
TRACKLIST:
1) am ende der stille
2) alleine zu zweit
3) halt mich
4) the turning point
5) ich verlasse heut'dein herz
6) dich zu toten fiel mir schwer
7) sancuts
8) am ende stehen wir zwei
Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Lacrim10

_________________________________
Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Dark-e10



Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Samp3b10

"...Sono un uomo che cammina solo".(Iron Maiden)

"Se i giovani si organizzano,si impadroniscono di ogni ramo del sapere e lottano con i lavoratori e gli oppressi,non c'e' scampo per un vecchio ordine fondato sul privilegio e sull'ingiustizia". (Enrico Berlinguer)



"meglio essere un ubriacone famoso che un alcolista anonimo".
killer73
killer73
Metallo Pensante
Metallo Pensante

Messaggi : 3036
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : versilia

Torna in alto Andare in basso

Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Empty Re: Glory of Metal (recensioni)

Messaggio Da lepidezza il Sab 26 Giu 2010, 09:08

sto colmando le lacune killer grazie! Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 24677
respect.. are u talking to me!
lepidezza
lepidezza
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 15123
Data d'iscrizione : 30.09.09

Torna in alto Andare in basso

Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Empty Re: Glory of Metal (recensioni)

Messaggio Da killer73 il Lun 12 Lug 2010, 22:59

E' stato facile innamorarmi dei Sentenced,gruppo finlandese ormai scioltosi qualche anno fa per volonta' loro.Una recensione mi incuriosi' a tal punto che il giorno seguente andai a comprare il cd,da quella volta l ho amati alla follia.I loro inizi sono tutto death metal,peso,molto peso,voce in growl,doppia cassa lanciata a velocita' folli.Poi il cambio di vocalist e il cambio di direzione musicale.Piu tardi ho acquistato i primi dischi e non mi son piaciuti,non per la violenza sonora,che adoro,ma proprio per la validita delle canzoni da me ritenuta bassa.Entra cosi a cantare Ville Lahiala,2 metri di ragazzo con lunghissimi capellli lisci color nero corvo,e la musica da death metal diventa...uhm...gothic?rock? Forse si,anche se poi verra' coniato il termine suicide-metal perche le loro nuove song sono impregnate di tristezza,testi dal humor nero,ironici (un esempio e' il testo "scusatemi un attimo,vado ad uccidermi),ma la loro proposta diventa sempre piu affascinante,con canzoni orecchiabilissime,commoventi,il tutto condite dalla voce calda e un po sporca di Lahiala.In esame e' "The cold white light",uscito nel 2002,che viene dopo il capolavoro di qualche anno prima "crimson".Era dura battere quel megadisco,ma loro hanno ripetuto e addirittura superato quel sucesso.La formula di questo "Cold..." e' la medesima,accattivanti e trascinanti canzoni condite da quell alone di depressione,malinconia e tristezza che li ha resi famosi in tutto il mondo.L intro del cd," konevitsan kirkonkellot", e' preso da un motivo tradizionale finlandese che va a lanciare "cross my heart and hope to die",e qua gia si muove la testa,le gambe,le braccia,e' rock energico! La seguente "brief is the light" segue piu o meno le tracce della canzone precedente,pero' e' piu riflessiva e meno dirompente,un ritornello piu accattivante si alterna a parti dove le chitarre si sentono davvero poco,un pezzo stupendo.Secondo me,una delle perle del disco e' la seguente "neverlasting",song dall incedere energico,sostenuta da ottime chitarre e dal solito ritornello ultraorecchiabile,una canzone molto heavy-oriented. "aika multaa muistot(everything is nothing)" e' un colpo al cuore,vi garantisco che dopo il primo ascolto,ho pianto.inizia con uan voce che sembra uscire da lontano,ovattata da un megafono e cosi pure le chitarre,poi tutto torna normale e la voce di Lahiala ci racconta tutta la trsitezza di questo mondo.Una quasi ballad,con le tastiere in bell evidenza a cucire melodie tristi,depresse,tutta la canzone rispecchia la desolazione,la tristezza,di un paesaggio invernale finlandese,dove non c'e nulla ma quello che c'e e' di valore assoluto.il pezzo quasi a meta' si sveglia un po,ma dura poco,e anche le chitarre cuciono assoli pieni di malinconia.quando si e' tristi meglio evitare questo pezzo,ma come valore musicale e' un capolavoro assoluto.Dopo tutto questo, l humor nero dei Sentenced torna con il pezzo dal titolo "excuse me while i kill my self".Il titolo gia la dice lunga sulla serieta' del gruppo,e non sara' l unico pezzo con questo trademark.La canzone ritorna sulle coordinate dei brani iniziali,un bel heavy-rock ultramelodico,ma sempre( e questa e' la loro caratteristica) con il solito alone "nero". "Blood and tears" prosegue la direzione musicale gia sentita in precedenza,ma ogni canzone e' un piccolo capolavoro.Si arriva cosi alla vera rock-ballad del disco," you are the one".Un pezzo d amore,dedicata ad una donna dove viene appellata con frasi smielose,tipo "in una notte d inverno sei la mia stella polare,sei la luce in fondo al tunnel..",un po banalotte se si vuole, ma davvero azzeccate nell insieme del pezzo.un altro gran pezzo." guild and regret" si apre con un bel duetto voce-pianoforte,che poi sara' la colonna portante del pezzo e qua la cosa strana e' un ritornello che,pur sempre di presa,volutamente cantato al limite della stonatura,sembra come che vadi cercando la tonalita' giusta.ottima invenzione,sperimentazione riuscita appieno perche da' al pezzo un originalita'. " the luxury of a grave" e' ancora humor nero,molto rockeggiante,solito pieno di melodia ed energia.il cd si chiude con il capolavoro dei capolavori dei Sentenced," no one there".Pure questa song si apre in sordina,per poi esplodere nel primo ritornello.la seconda parte invece e' ben sostenuta da riff metallici a tenere il ritmo,e poi il tutto si placa lasciando solo il pianoforte e un vento in sottofondo a fare i protagonisti insieme a sinistri canti di uccelli,forse gufi o civette.Un album bello,maledettamente triste,caldo,melodico, come poi sono tutti i cd da quando e' entrato il nuovo singer.Un cd che appena finito di ascoltare ti mette voglia di premere di nuovo play sullo stereo.Malinconico,depresso,triste,ma con canzoni rocciose,se vogliamo pure divertenti,ma che colpiscono l ascoltatore.Peccato hanno voluto sciogliersi,non ri riuniranno piu,il chitarrista e principale compositore e' morto per alcool a soli 35 anni,Mika Tenkula,ma di loro restano dischi nel genere inarrivabili,e dopo la loro fine nessun gruppo e' nato per proseguire la loro opera,e quelli esistenti continuano nella mediocrita'.
TRACKLIST:
1) konevitsan kirkonkellot
2) cross my heart and hope to die
3) brief is the light
4) neverlasting
5) aika multaa muistot(everything is nothing)
6) excuse me while i kill myself
7) blood and tears
8) you are the one
9) guilt and regret
10) the luxury of a grave
11) no one there
Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Senten10

_________________________________
Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Dark-e10



Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Samp3b10

"...Sono un uomo che cammina solo".(Iron Maiden)

"Se i giovani si organizzano,si impadroniscono di ogni ramo del sapere e lottano con i lavoratori e gli oppressi,non c'e' scampo per un vecchio ordine fondato sul privilegio e sull'ingiustizia". (Enrico Berlinguer)



"meglio essere un ubriacone famoso che un alcolista anonimo".
killer73
killer73
Metallo Pensante
Metallo Pensante

Messaggi : 3036
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : versilia

Torna in alto Andare in basso

Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Empty Re: Glory of Metal (recensioni)

Messaggio Da judylee il Mar 13 Lug 2010, 13:04

Killer anche se non ti commento sto continuando a seguirti in questo tuo percorso... Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 423921 mi sto appassionando davvero... più di quel che pensavo... Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 24677 Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 670314
judylee
judylee
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post

Messaggi : 6072
Data d'iscrizione : 09.02.10
Località : ovunque sei...

Torna in alto Andare in basso

Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Empty Re: Glory of Metal (recensioni)

Messaggio Da killer73 il Ven 16 Lug 2010, 23:30

Donne e metal,si puo.Molti gruppi hanno adottato proprio una ragazza come cantante,ovviamente dipende anche dal tipo di metal che si va a suonare,ma e' un abitudine sempre piu numerosa e spesso e volentieri da' ottimi risultati.Un esempio sono i finlandesi Nightwish,dediti ad un power metal,cioe' un metal bello corposo e deflagrante,ma con numerose variazioni sul tema,data la voce tipicamente da soprano della bellissima cantante Tarja Turunen,purtroppo allontanata dal gruppo diversi anni orsono e rimpiazzata da una banale cantante svedese.Il secondo album della loro carriera e' "Oceanborn",uno tra i piu belli della loro discografia con quasi zero punti deboli.Il cd si apre con "stargazers"e si parte subito in quarta con un assolo davvero veloce di chitarra,batteria e tastiera che fa da intro all ingresso della voce della Turunen.E' forse una delle song piu veloci del cd,ma supportata da ottimi riff di chitarra che si stampano subito in mente oltre all immancabile ritornello altrettanto superbo e orecchiabile. "gethsemane" ricalca in parte la canzone di apertura,ma la voce e' piu tranquilla,meno enfasi,si va cosi alla terza song," devil and the deep dark ocean" e l inizio sembra quasi eseguito da un altro gruppo visto il cambio di direzione,decisamente piu cattivo.Ma le novita non finiscono e appare un altra voce,quella del diavolo,interpretato dal chitarrista in una sorte di dialogo tra lui e l Oceano,ovviamente interpretato dalla Turunen.Questa specie di novita da' al pezzo un qualcosa in piu,che poi sara' ripetuto piu avanti nel cd." Sacrament of wilderness" si rifa' veloce,tastiere su tutti.E la voce di tarja sta al gioco giocando con il suo timbro da soprano puro,dando carica ed emozione alla canzone,sfociando in un ritornello che e' qualcosa di incredibile,andando a salire di tono nell ultima parte." passion and the opera"e' piu cadenzata,ottime melodie di tastiera e chitarra,un pezzo quasi rock,unica nota secondo me stonata sono gli ultimi 2 minuti di inutili gorgheggi "sopraneschi",non perche brutti ma perche fuoriluogo,comunque le doti di lei si sentono tutte e il pezzo alla fine ne esce vincitore.La seguente "swanheart" e' una ballad da sogno.La voce di Tarja viene spesso lasciata da sola perche si esibisca in tutta la sua bellezza,pezzo lento che rimane impresso per la sua infinita dolcezza.Un piano accompagna la soprano finlandese in un mondo meraviglioso,un pezzo da brivido.Un altra novita' e' la seguente "moondance",breve pezzo strumentale che puo ricordare tranquillamente una danza russa,forse perche i due paesi sono quasi confinanti e qualche contaminazione e' pure normale." the ridder" a mio parere e' il piu bel pezzo del disco,la voce di Tarja si esprime ai massimi livelli e rappresenta appieno lo stile del gruppo,momenti veloci alternati a quelli lenti dove a farla da padrone sono la voce e le partiture orchestrali eseguite dalle tastiere."Pharao sails to orion"torna un po cattivella con la voce maschile come descritto prima,il piano tesse ottime trame sostenuto da buoni riff chitarristici.Canzone da strane melodie,poco lineari ma convincenti e azzeccate."Walking in the air" chiude il disco,e qua la passione per la lirica e' maggiormente presente in questo pezzo lento dove le tastiere si trasformano in flauti dando anche uno spruzzo di medievale.Solo sul finire del pezzo la musica prende vigore,poco ma lo prende.Secondo me il piu bel disco della loro storia,con canzoni tutte sopra la media,nessua e' un passo falso. Fino a che cantava Tarja Turunen il lato operistico-lirico era ben presente,dando ai pezzi un sapore unico,fossero anche ballad,era un qualcosa di nuovo,di mai sentito prima,che affascinava e catturava l attenzione,oggi con la nuova cantante son diventati un gruppo normale,e dal vivo rendono bene solo quando eseguono i brani del primo cd con la nuova singer,il resto del repertorio e' incantabile per una persona con una voce normale.
TRACKLIST:
1) stargazers
2) gethsemane
3) devil and the deep dark ocean
4) sacrament of wilderness
5) passion and the opera
6) swanheart
7) moondance
8) the ridder
9) the pharao sails to orion
10) walking in the air
Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Oceanb10


_________________________________
Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Dark-e10



Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Samp3b10

"...Sono un uomo che cammina solo".(Iron Maiden)

"Se i giovani si organizzano,si impadroniscono di ogni ramo del sapere e lottano con i lavoratori e gli oppressi,non c'e' scampo per un vecchio ordine fondato sul privilegio e sull'ingiustizia". (Enrico Berlinguer)



"meglio essere un ubriacone famoso che un alcolista anonimo".
killer73
killer73
Metallo Pensante
Metallo Pensante

Messaggi : 3036
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : versilia

Torna in alto Andare in basso

Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Empty Re: Glory of Metal (recensioni)

Messaggio Da lepidezza il Mar 20 Lug 2010, 09:51

GB: proposta di censire l’heavy metal come
credo religioso




Nel Regno Unito i censimenti registrano anche l’appartenenza
religiosa. Molti cittadini non credenti non prendono sul serio la
domanda, tanto che, all’ultima tornata, alcune centinaia di migliaia di
britannici dichiararono di seguire la “forza” della religione Jedi. In
vista del prossimo censimento, previsto per il 2011, la rivista Metal
Hammer
ha proposto ai suoi lettori di dichiarare di credere
nell’heavy metal. La proposta sta raccogliendo decine di migliaia di
adesioni su Facebook.
hai letto killer? Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 736873

GB: proposta di censire l’heavy metal come credo religioso. Il giorno di
festa sara' il sabbath.
Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 765817

e per i miscredenti:

GB: proposta di censire l’heavy metal come credo religioso. In comune
con le religioni, l'assurdità del fatto che ci sia gente disposta a
seguirlo. Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Fifi


Proposta di censire l'heavy metal come un credo religioso. Gente vestita
in modo assurdo, che fa un gran baccano e non si capisce quel che dice.
In effetti...


GB: proposta di censire l’heavy metal come credo religioso. L'8x1000
sarà investito in amplificatori.


GB: proposta di censire l’heavy metal come credo religioso.
Ozzy Osbourne sarà il sommo pontefice, al posto del segno della croce le corna al cielo, battesimo nella birra..

.
GB: l’heavy metal come credo religioso. Gods of metal. Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 24677

spinoza it
lepidezza
lepidezza
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 15123
Data d'iscrizione : 30.09.09

Torna in alto Andare in basso

Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Empty Re: Glory of Metal (recensioni)

Messaggio Da killer73 il Mer 21 Lug 2010, 19:02

maddaiiiiiiiiii,ma l inglesi non hanno altro a cui pensare? pure io credo nel metal,e non parlo dell aspetto musicale,ma da qui a portarlo come credo religioso..... Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 765817 pero' il ruolo di ozzy e' decisamente azzeccato Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 956275 Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 24677

_________________________________
Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Dark-e10



Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Samp3b10

"...Sono un uomo che cammina solo".(Iron Maiden)

"Se i giovani si organizzano,si impadroniscono di ogni ramo del sapere e lottano con i lavoratori e gli oppressi,non c'e' scampo per un vecchio ordine fondato sul privilegio e sull'ingiustizia". (Enrico Berlinguer)



"meglio essere un ubriacone famoso che un alcolista anonimo".
killer73
killer73
Metallo Pensante
Metallo Pensante

Messaggi : 3036
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : versilia

Torna in alto Andare in basso

Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Empty Re: Glory of Metal (recensioni)

Messaggio Da killer73 il Ven 05 Nov 2010, 12:09

Dopo una lunga pausa dovuta a molteplici motivi ritorno a frantumarvi i gioielli di famiglia Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 3424 con recensioni di album da me amati.Oggi e' il turno dei Kamelot,band americana sulla breccia da molti anni.La loro proposta e' andata via via modificandosi,passati da un serrato heavy ad uno molto piu raffinato,piu ragionato,sinfonico,maturo.E tutte queste cose le raggiungono con l'album "Karma",uscito nel 2001 e ancora oggi e' il loro album di maggior successo.E' il loro quinto album,tutti i brani colpiscono subito,indipendentemente dal fatto di essere veloci o cadenzati o atmosferici,legati da un filo conduttore che e' quello stato emotivo di tristezza,rabbia,malinconia e dolcezza che ci inonda quando perdiamo qualcosa,un amore,la giovinezza,la bellezza.Un senso di perdita e abbandono che ovviamente si ripercuote in musica sempre molto melodica ma mai molto allegra.Le danze si aprono con una intro dal sapore orientale,"Regalis Apertura",che spiana la strada alla stupenda "Forever",un brano potente e malinconico con una linea vocale un po atipica ma coinvolgente.Si va avanti con "Wings of Despair",pezzo veloce,accattivante."The Spell"e' un brano molto cadenzato piu rock-oriented impregnato di linee vocali e melodiche orientaleggianti dove il prog,vecchio amore della band fa capolino con prepotenza.La seguente "Dont'you cry"e' il momento acustico del disco,una bella ballad scritta dalla mente dei Kamelot,Thomas Youngblood,e' un delicato saluto a suo padre.Si arriva cosi alla title-track,una bomba di canzone,tra tappeti di tastiere,melodia,pathos,pezzo che anche questo specialmente nei primi secondi ci richiama a sonorita' orientali per poi esplodere in tutta la sua potenza e bellezza."The light i shine on you"e' un altro pezzo tra il cadenzato e sostenuto,specialmente nei ritornelli,per prendere poi venature molto prog negli ultimi minuti."Temples of gold"e' un altra ballad,suadente,caratterizzata da un ottimo break sinfonico. "Across the Highlands" e' la classica canzone a ritmo sostenuto di facile presa grazie alle ottime melodie con un ritornello che fa balzare in piedi dalla sedia tanto e' bello.Il finale e' tutto per la drammatica suite "Elizabeth",divisa in tre atti: "mirror mirror",lieve e malinconico;"requiem for the innocence",brano non troppo veloce con un bel passaggio di pianoforte nel finale,infine "fall from grace",brano davvero veloce,potente,melodico,lanciato a folle velocita' come degna chiusura di un album davvero superbo.I punti di forza di questo cd sono tanti,e giocano tutto sull interpretazione di Roy Khan,il cantante,sempre autore di linee vocali interessanti e mai scontate,e anche l ottimo lavoro della band impegnata a lavorare melodie e vari ricami senza strafare con inutili virtuosismi.
TRACKLIST:
1) Regalis Apertura
2)Forever
3)Wings of Despair
4)The Spell
5)Don't you Cry
6)Karma
7)The light i shine on you
8) Temples of Gold
9)Across the Highlands
"Elizabeth Trilogy"
10)Mirror Mirror
11)Requiem for the Innocence
12)Fall from Grace
Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 12404310

_________________________________
Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Dark-e10



Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Samp3b10

"...Sono un uomo che cammina solo".(Iron Maiden)

"Se i giovani si organizzano,si impadroniscono di ogni ramo del sapere e lottano con i lavoratori e gli oppressi,non c'e' scampo per un vecchio ordine fondato sul privilegio e sull'ingiustizia". (Enrico Berlinguer)



"meglio essere un ubriacone famoso che un alcolista anonimo".
killer73
killer73
Metallo Pensante
Metallo Pensante

Messaggi : 3036
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : versilia

Torna in alto Andare in basso

Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Empty Re: Glory of Metal (recensioni)

Messaggio Da vannibit il Ven 05 Nov 2010, 12:30

Tracklist:
1) best i can
2) the thin line
3) jet city woman
4) della brown
5) another rainy night (without you)
6) empire
7) resistence
8) silent lucidity
9) hand on heart
10) one and only
11) anybody listening?


cellll'ho..... ailoviu
a parte questo che avevo già sono riuscita a trovare "Oceanborn"
grazie killer Inchino

vannibit
vannibit
Utente Colonna: 2001-5000 post
Utente Colonna: 2001-5000 post

Messaggi : 2152
Data d'iscrizione : 01.10.09

Torna in alto Andare in basso

Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Empty Re: Glory of Metal (recensioni)

Messaggio Da killer73 il Ven 05 Nov 2010, 12:36

ma prego mia cara Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 423921

_________________________________
Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Dark-e10



Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Samp3b10

"...Sono un uomo che cammina solo".(Iron Maiden)

"Se i giovani si organizzano,si impadroniscono di ogni ramo del sapere e lottano con i lavoratori e gli oppressi,non c'e' scampo per un vecchio ordine fondato sul privilegio e sull'ingiustizia". (Enrico Berlinguer)



"meglio essere un ubriacone famoso che un alcolista anonimo".
killer73
killer73
Metallo Pensante
Metallo Pensante

Messaggi : 3036
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : versilia

Torna in alto Andare in basso

Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Empty Re: Glory of Metal (recensioni)

Messaggio Da dino75 il Ven 05 Nov 2010, 12:50

a me piace la nuova cantante dei Nightwish, anzi era la precedente che mi è sempre sembrata piattina e poco versatile, comunque non è tra le mie band preferite, predilliggo Within temptation e Epica, ma ormai ho rotto le p@lle a tutti con questi gruppi, comunque apprezzo e leggo sempre le tue recenzsioni. POWER!!!
dino75
dino75
Utente Aficionado: 501-2000 post
Utente Aficionado: 501-2000 post

Messaggi : 1820
Data d'iscrizione : 01.10.09
Località : Castellammare di Stabia

Torna in alto Andare in basso

Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Empty Re: Glory of Metal (recensioni)

Messaggio Da killer73 il Ven 05 Nov 2010, 13:02

dino Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 187966 io invece preferivo la vecchia cantante,e come te apprezzo tantissimo i Within e gli Epica,gruppi per me davvero straordinari.

_________________________________
Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Dark-e10



Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Samp3b10

"...Sono un uomo che cammina solo".(Iron Maiden)

"Se i giovani si organizzano,si impadroniscono di ogni ramo del sapere e lottano con i lavoratori e gli oppressi,non c'e' scampo per un vecchio ordine fondato sul privilegio e sull'ingiustizia". (Enrico Berlinguer)



"meglio essere un ubriacone famoso che un alcolista anonimo".
killer73
killer73
Metallo Pensante
Metallo Pensante

Messaggi : 3036
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : versilia

Torna in alto Andare in basso

Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Empty Re: Glory of Metal (recensioni)

Messaggio Da killer73 il Sab 18 Giu 2011, 22:49

mamma mia quanto tempo e' passato dall ultima mia apparizione su questa sezione!ma la musica non e' passata,e' rimasta dove e' sempre stata e ora ne colgo un altro piccolo pezzo analizzandolo sempre a modo mio.Il Brasile non e' mai stato terra fertile per il metal,almeno ai grandi livelli,ma dopo l esplosione della violenta band Sepultura,ecco esplodere una altra band che propone tutt altro genere,gli Angra.il loro sound originariamente era molto diretto,veloce,come testimonia il primo disco "Angels Cry",ma gia con questo secondo lavoro viene un po modificata la struttura dei brani,non che perdano in velocita,ma ne fanno un uso un po piu ragionato inserendo anche altri strumenti quali fiati,tamburi tribali,cori maestosi e tanto altro.Questo secondo lavoro che prendo in esame esce nel 1996 dal titolo "Holy Land",e ha l arduo compito di confermare il planetario successo del debut album,dai piu ritenuto il vero capolavoro della band,ossia quel "Angels cry" di cui parlavo prima.personalmente ritengo proprio Holy Land il loro capolavoro inarrivabile,ma anche un capolavoro all interno della scena.Si parte con un intro molto evocativa,dove un coro polifonico esegue un brevissimo brano,accompagnato da il suono di fulmini e da un temporale,spianando la strada al loro primo piccolo gioiello del cd,ossia "Nothing to say",diventato negli anni uno dei loro cavalli di battaglia.Si passa cosi a "Silence and distance",pezzo triste e a tratti malinconico,con sonorita' folk e con una partenza lenta e suadente.per me,il brano inarrivabile per idee,bellezza,coinvolgimento,arriva con la seguente suite "Carolina IV",pezzo che si attesta sui 10 minuti,brano in cui il combo brasiliano ha messo di tutto,progressive,folk,ritmi tribali,flauti,pianoforte,chi piu ne ha piu ne metta,calandoci in un atmosfera tipicamente sudamericana,con intermezzi musicali tipici della loro terra,sfociando nella seconda parte del pezzo,dopo un breve intermezzo molto sinfonico in un tripudio di sezione ritmica davvero da brivido,aprendo la pista al loro classico Angra-style,per poi ritornare sui canoni iniziali del pezzo.Si arriva cosi al pezzo che da' il nome al disco,"Holy land",il pezzo si apre in modo arabeggiante,sia nei suoni che nel cantato,ma poi esplode tutta la loro sudamericanita',se cosi posso dire,tra tamburi,flauti,e in questo pezzo tutto e' magnifico,specialmente il finale dove sembra inscenarsi una danza tribale.Il pezzo che ancora non ho digerito e' il seguente "The Shaman",boh,forse perche il suo suono grezzo e troppo pesante non centra nulla con il resto del cd,o forse perche semplicemente non mi piace.Si va avanti con "Make believe",drammatica e disperata,forse una delle canzoni piu intime e passionali del gruppo,sembra quasi un grido d aiuto,non so,mi da quest idea.Con "Z.i.t.o." invece si torna al classico sound del combo carioca,il loro metal veloce,ipermelodico e facile da cantare a squarciagola.Gli ultimi 2 pezzi del disco,"Deep blue" e la conclusiva "Lullaby for Lucifer" si possono definire 2 ballads,con l ultima che puo assomigliare ad una ninna nanna a dispetto del titolo.Di questo disco resta la prova maiuscola del cantante Andre Matos,oggi non piu nel gruppo,voce cristallina,a tratti altissima ma sempre pulita e piacevole come sempre da ascoltare,e la magnificenza della quasi totalita' dei brani,un disco unico nel suo genere e mai piu ripetuto da nessuno.

"Tracklist"

1) crossing
2)nothing to say
3)silence and distance
4)carolina IV
5)holy land
6)the shaman
7)make believe
8)z.i.t.o.
9)deep blue
10)lullaby for lucifer


Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Holy_l10






[

_________________________________
Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Dark-e10



Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Samp3b10

"...Sono un uomo che cammina solo".(Iron Maiden)

"Se i giovani si organizzano,si impadroniscono di ogni ramo del sapere e lottano con i lavoratori e gli oppressi,non c'e' scampo per un vecchio ordine fondato sul privilegio e sull'ingiustizia". (Enrico Berlinguer)



"meglio essere un ubriacone famoso che un alcolista anonimo".
killer73
killer73
Metallo Pensante
Metallo Pensante

Messaggi : 3036
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : versilia

Torna in alto Andare in basso

Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Empty Re: Glory of Metal (recensioni)

Messaggio Da killer73 il Dom 19 Giu 2011, 12:02

stamani ho rispolverato un vecchio cd e mi so maledetto per averlo lasciato da parte per molto tempo,cosi mi e' venuta un impellente voglia di condividerlo con voi,il cd si chiama "Trash" ed e' il piu grande successo commerciale di Vincent Fournier.Chi e' Vincent Fournier???e' solo il vero nome di Alice Cooper,il primo a portare l horror nel mondo hard'n'heavy,sia nei testi ma soprattutto dal vivo con spettacoli mozzafiato per effetti scenici."Trash" esce nel lontano 1989,scritto quasi completamente dal produttore Desmond Child,gia collaboratore in qualche occasione con gli Iron Maiden.Qui,lo zio Alice si ripresenta al pubblico con una formazione rinnovata e in fase di registrazione si avvale della collaborazione di molti altri artisti famosi,quali Bon Jovi e il suo chitarrista Ritchie Sambora,gli Aerosmith quasi al completo,Kip Winger e il chitarrista dei Toto,Lukather.Almeno 7 pezzi sui 10 che compongono l album diventano hit ancora oggi amatissimi,e questo fa capire il valore del cd,che si apre con un trittico da urlo "Poison",il pezzo piu famoso di Cooper,"Spark in the dark",dinamica come poche e "House of fire",grandissima in virtu di un ritornello che dire splendido e' quasi un offesa.la seguente "Why trust you" e' un pezzo ritmatissimo,accattivante,un classico hard rock.Si arriva cosi alla prima ballad,"Only my heart talkin" dove Alice duetta con Steven Tyler,cantante degli Aerosmith.Giunge poi la stupenda "Bad of nails",pure questa con un ritornello a dir poco clamoroso,pezzo che sarebbe stato benissimo nella discografia di Bon Jovi,viste le affinita' sonore con la band dell italo americano.Gli unici punti deboli del disco sone le seguenti "This maniacs in love with you" e "Trash",la prima non decolla mai,si,ok e' carina ma non lascia traccia, mentre il pezzo che da' il nome al cd e' per me orrenda,non e' degna di nota.Il pezzo forte del disco arriva dopo questi 2 mezzi passi falsi,e si chiama "Hell is living without you",pezzo scritto a 4 mani dalle accoppiate Cooper-Child e Bon Jovi e il suo chitarrista Sambora.un pezzo pieno di pathos,una semi-ballad costruita con un perfetto crescendo che va sfociare in un assolo stupendo.Il disco si chiude con la veloce e molto rock n roll,nel vero senso della parola,"I'm your gun",un pezzo che fa smuovere tutto il corpo.un grandissimo album per un grandissimo artista che ha segnato la storia della musica,iniziando la carriera sul finire dei '60 e avendola bella florida 40 anni dopo.

"Tracklist"
1)poison
2)spark in the dark
3)house of fire
4)why trust you
5)only my heart talkin'
6)bed of nails
7)this maniac's in love with you
8)trash
9)hell is living without you
10)i'm your gun

Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Trash10


_________________________________
Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Dark-e10



Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Samp3b10

"...Sono un uomo che cammina solo".(Iron Maiden)

"Se i giovani si organizzano,si impadroniscono di ogni ramo del sapere e lottano con i lavoratori e gli oppressi,non c'e' scampo per un vecchio ordine fondato sul privilegio e sull'ingiustizia". (Enrico Berlinguer)



"meglio essere un ubriacone famoso che un alcolista anonimo".
killer73
killer73
Metallo Pensante
Metallo Pensante

Messaggi : 3036
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : versilia

Torna in alto Andare in basso

Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Empty Re: Glory of Metal (recensioni)

Messaggio Da rossadavino il Dom 19 Giu 2011, 14:37

grazie Killer appena posso vado sentire le tracce Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 579153
rossadavino
rossadavino
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post

Messaggi : 7187
Data d'iscrizione : 06.10.09
Località : Ortona

Torna in alto Andare in basso

Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Empty Re: Glory of Metal (recensioni)

Messaggio Da killer73 il Dom 03 Lug 2011, 22:35


Los Angeles,1987.La scena glam-hard rock e' gia numerosa di band emergenti che hanno raggiunto il successo,alcune lo raggiungeranno qualche anno dopo.il motto di quelle band e' sesso droga e rock'n'roll,vecchio slogan ma all epoca ancora attualissimo appunto per le band emergenti.di quelle band potevano non farne parte i Guns'n'Roses??certo che no!!!cosi,dopo un ep passato quasi inosservato per poi fare successo anni dopo,ecco che,appunto nel 1987,esce il loro primo disco "Appetite for Destruction".la band vive quasi o per strada o ammassata in qualche squallida camera di qualche infimo motel di L.A,ma crede nella loro musica e va avanti per la sua strada nonostante l uscita del loro primo cd sia ormai un flop colossale.all apparenza,pero',perche il successo di quest album arrivera'quasi 2 anni dopo,un successo da oltre 20 milioni di copie vendute in tutto il mondo,lanciando i guns nella storia dell hard rock."Appetite for Distruction" non ha un punto debole,non c'e una canzone brutta o sottotono,e' selvaggio,diretto,testi volgari e schietti,melodie accattivanti,l'opener "Welcome to the Jungle" parla chiaro,e' la hit delle hit della storia appunto dell hard rock,il riff di "Sweet child o'mine" e' entrato nella storia della musica come uno tra i piu bei 10 della storia,"Paradise City"ha una doppia faccia,la prima semi tranquilla,nella seconda esplode la furia delle rose e pistole in tutta la sua crudezza facendo diventare il pezzo come uno tra i migliori mai scritti da quando l uomo invento' la musica del diavolo,"My Michelle" e' un rock'n'roll spinto al massimo con uan melodia e un ritmo che ti fa smuovere anche le unghie dei piedi,"Rocket Queen" e' un omaggio al gruppo di Mercury,non e' una cover,solo una song dedicata ad un grande gruppo,con un finale a dir poco stupendo dove la fa da padrona una linea melodica che piu azzeccata non si poteva."Nightrain" e' diventato un classico dal vivo con quella sua furia distruttiva,"Mr.Brownstone",nome in gergo della droga,parla proprio del rapporto che ha la band con quella sostanza,l eroina,canzone cadenzata ma di sicuro impatto."It's so easy" e' puro punk,colpa dell amore del bassista Duff per quel tipo di musica,pezzo cantato da Axl con voce quasi sempre bassa,"Out ta get me" e' follia allo stato puro."Think about you" e' un altra scheggia impazzita di puro hard rock losangelino anni 80,trascinante,coinvolgente,"Anything goes" e' forse l unico pezzo "anomalo" del lotto,dove compaiono mellotron,maracas,ma non vanno a togliere nulla al pezzo,anzi,danno quel tocco di pazzia e originalita' ad un pezzo diciamo rilassato."You're crazy"e' un altra bomba ad orologeria dalla melodia non proprio azzeccata,secondo me,infatti la metto appena appena sotto di fronte alle altre 11 canzoni.le linee melodiche di questo cd si stampano subito in testa nonostante sia un hard rock bello spinto,ogni pezzo ti fa venire voglia di ballare,di fare casino,di urlare a squarciagola ogni singola nota."Appetite for Destruction" ha lanciato i nostri nell olimpo della musica facendoli diventare la band piu pericolosa e influente del pianeta,la band piu amata,il gruppo piu odiato da perbenisti e anche dai fan piu integralisti dediti al metal.La voce di Axl Rose e' unica per quanto e' stridula,quindi bella,la chitarra di Slash ha dipinto assoli e riff consegnati alla storia in concomitanza con l altro chitarrista Izzy Stradlin,il basso di Duff martella duro con la sua anima punk,seguendo tutti la batteria di Steven Adler,un rullo compressore.Oggi di quella band rimane il solo Axl,gli altri son fuggiti di fronte alla tirannia del cantante e del suo carattere che dopo aver raggiunto il successo si credeva e si crede ancora l unico padrone della band.Certo,il secondo cd,un doppio,"Use your illusion part 1 e part 2" ha venduto miliardi di copie,complice anche un drastico cambio di stile,da selvaggio e furioso si erano trasformati in qualcosa di piu appetibile per la massa,ma i veri guns sono questi,quelli del loro primo e inarrivabile debutto discografico,inarrivabile da loro stessi e da qualsiasi altro gruppo nato dopo di loro.
Tracklist:
1)Welcome to the jungle
2)It's so easy
3)Nightrain
4)Out ta get me
5)Mr.Brownstone
6)Paradise City
7)My Michelle
8)Think about you
9)Sweet child o'mine
10)You're crazy
11)Anything goes
12)Rocket queen

Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Guns_n10





_________________________________
Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Dark-e10



Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Samp3b10

"...Sono un uomo che cammina solo".(Iron Maiden)

"Se i giovani si organizzano,si impadroniscono di ogni ramo del sapere e lottano con i lavoratori e gli oppressi,non c'e' scampo per un vecchio ordine fondato sul privilegio e sull'ingiustizia". (Enrico Berlinguer)



"meglio essere un ubriacone famoso che un alcolista anonimo".
killer73
killer73
Metallo Pensante
Metallo Pensante

Messaggi : 3036
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : versilia

Torna in alto Andare in basso

Glory of Metal (recensioni) - Pagina 2 Empty Re: Glory of Metal (recensioni)

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum