G.A.S.Fo.M.

Pagina 39 di 40 Precedente  1 ... 21 ... 38, 39, 40  Seguente

Andare in basso

G.A.S.Fo.M. - Pagina 39 Empty Re: G.A.S.Fo.M.

Messaggio Da mambu il Gio 25 Nov 2010, 15:40

bilquis ha scritto:
mambu ha scritto:
bilquis ha scritto:Bersani: "I miei voti sul web. Gelmini farà lo stesso?"

''Il ministro - ha detto Bersani nel corso del dibattito sulla riforma dell'Università a Montecitorio - mi ha dato del ripetente. Per questo annuncio che domani metterò su Internet tutti i miei voti di esame e di laurea. Mi aspetto che il ministro faccia altrettanto, compreso il giro turistico a Reggio Calabria''.

e bravo bersanino primo della classe G.A.S.Fo.M. - Pagina 39 483101 voglio anche la foto di quarta elementare con la pagellina di tuttidieci e la carta geografica dietro G.A.S.Fo.M. - Pagina 39 670314


fa davvero tutto per venire incontro al popolo, si rimbocca le maniche, sale sui tetti, parla di "disastro omeopatico" G.A.S.Fo.M. - Pagina 39 3424

un genio! G.A.S.Fo.M. - Pagina 39 736873


Quello che volevo evidenziare è la parte in grassetto.....

G.A.S.Fo.M. - Pagina 39 6216
se permetti mi son stufato di stare a contare i peli di quella banda di cialtroni
ci divertiamo, ci sentiamo meglio... e poi?


ora mi interessa più stare col cerino al culo di questi "amici" che hanno sentito profumo di nuovo potere e si preparano a ballar sul cadavere del berlusca e a dividersi i pezzi
mambu
mambu
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 11962
Data d'iscrizione : 22.09.09
Località : Brabante del Friuli

Torna in alto Andare in basso

G.A.S.Fo.M. - Pagina 39 Empty Re: G.A.S.Fo.M.

Messaggio Da bilquis il Gio 25 Nov 2010, 15:43

L'Espresso

Cricche: Bertolaso, l'ultima vergogna
di Marco Guzzetta

La moglie di un sottosegretario. I figli dei giudici amici, dei generali amici e dei boiardi amici. Perfino la nipote di un cardinale. Tutti assunti (a tempo indeterminato) dalla Protezione civile un minuto prima del cambio della guardia. Con soldi sottratti ai terremotati
(25 novembre 2010)

Questo si chiama "mettere in sicurezza", solo che più dell'Italia sommersa dalle alluvioni la Protezione civile sembra esperta nel rendere sicure le poltrone del suo personale. E così mentre tutto frana, Guido Bertolaso stabilizza i suoi fedelissimi: 150 precari, spesso d'alto rango, vengono assunti nel botto finale della gestione che ha alternato successi a scandali fino a diventare nel bene e nel male simbolo del modello berlusconiano di governo. Tutto grazie a una nuova legge che prevede "l'assunzione di personale a tempo indeterminato, mediante valorizzazione delle esperienze acquisite presso il Dipartimento dal personale titolare di contratto di collaborazione coordinata e continuativa".

Mentre la pubblica amministrazione falcia i ranghi e il precariato diventa condizione di vita, negli uffici che dipendono da Palazzo Chigi c'è un'ondata di piena di assunzioni che garantisce lo stipendio per figli di magistrati e di prefetti, per mogli di sottosegretari e nipoti di cardinali. Tutti benedetti da una selezione su misura, alla quale ha potuto partecipare solo chi aveva già un contratto precario con il Dipartimento. Un esame affidato a una commissione interna, con poche domande rituali e procedure concluse entro l'estate: così gli ex cococo sono ormai a tutti gli effetti in pianta organica.

E rilette oggi, dopo i crolli di Pompei, le motivazioni che sostengono questa falange di assunzioni hanno un po' il sapore della farsa di fine impero: il testo della deroga al blocco imposto da Tremonti sostiene la necessità di quel personale "anche con riferimento alle complesse iniziative in atto per la tutela del patrimonio culturale". Ma è solo il botto finale: quando Bertolaso nel 2001 mise piede sulla tolda di comando l'organico si basava su 320 unità, passate a 590 nel 2006 e schizzate a quasi 900 alla fine del suo mandato. Cinquecento persone in più in nove anni, con uffici lievitati emergenza dopo emergenza, sempre a colpi di ordinanza e mai in forza di un concorso. Un vero e proprio esercito in cui spiccano gli oltre 60 autisti, distaccati dalle forze dell'ordine, per i dirigenti. L'apoteosi di un sistema di potere nato con il Giubileo del 2000, spalancando le porte degli uffici a figli, nipoti, familiari e amici dell'establishment istituzionale.

E poi, sono arrivati i fedelissimi coltivati a Napoli nelle molteplici crisi dei rifiuti. Un posto per tutti grazie alle parentele giuste nell'esercito o nei servizi segreti, a Palazzo Chigi o in Vaticano, al Viminale o in magistratura, fino a creare una ragnatela di relazioni che sembra plasmata ad hoc per creare consenso verso le attività del Dipartimento e per non disturbare il suo manovratore.

Le parentele scomode iniziano ovviamente da Francesco Piermarini, l'ingegnere-cognato del sottosegretario Bertolaso, mandato tra i cantieri della Maddalena. Ma scorrendo la lista dei beneficiati si svela una rete di favori senza soluzione di continuità. Tra i primi ad essere stabilizzati, a metà di questo decennio, sono stati gli uomini della scorta di Francesco Rutelli in Campidoglio. Dieci "pizzardoni" passati senza semafori dalla polizia municipale di Roma al dipartimento di Palazzo Chigi. Dal fil rouge che lega il Giubileo alla Protezione civile spuntano anche tre supermanager del calibro di Agostino Miozzo, Marcello Fiori e Bernardo De Bernardinis. Facevano parte dell'unità di staff del Giubileo e, grazie al decreto rifiuti del 2008, entrano nel Gotha dei dirigenti generali della presidenza del Consiglio con norma ad personam, e un contratto da 180 mila euro l'anno. Ma sono stati ingaggiati anche ottuagenari che arrotondano la pensione grazie ai munifici gettoni delle emergenze: è il caso dell'83enne Domenico Rivelli, chiamato come "collaboratore per le problematiche amministrativo-contabili per i rifiuti a Napoli".

Storie vecchie, mentre con la stabilizzazione di fine mandato arriva Barbara Altomonte, moglie del sottosegretario Francesco Giro, docente di scuola superiore ed ora dirigente del Dipartimento. E non è certo un caso che in questa ondata la parte del leone la facciano uomini e donne legati a doppio filo con la Corte dei conti, ossia la magistratura che deve vigilare anche sulle spese della Protezione civile.

http://oknotizie.virgilio.it/go.php?us=1f11065473cf74c
bilquis
bilquis
Utente Colonna: 2001-5000 post
Utente Colonna: 2001-5000 post

Messaggi : 2914
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : Sixth Saint John

Torna in alto Andare in basso

G.A.S.Fo.M. - Pagina 39 Empty Re: G.A.S.Fo.M.

Messaggio Da sophia il Gio 25 Nov 2010, 17:49

Mambu ha scritto:ora mi interessa più stare col cerino al culo di questi "amici" che hanno sentito profumo di nuovo potere e si preparano a ballar sul cadavere del berlusca e a dividersi i pezzi[/quote]





Il finale del film "il caimano" l'abbiamo visto con gli studenti ieri davanti al senato caricati dalla polizia.

Blisquis, cortesemente non per la censura, ma per le previsioni del tempo: quante altre brutte notizie da qui a stasera? Ho paura di aprire GASFOM oggi sudo freddo sudo freddo
Scherzo, Grazie grazie davvero per questo condividere con noi le aberrazioni della Repubblica delle Banane OCCHEI! ciao risate amici
sophia
sophia
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post

Messaggi : 5342
Data d'iscrizione : 12.03.10

Torna in alto Andare in basso

G.A.S.Fo.M. - Pagina 39 Empty Re: G.A.S.Fo.M.

Messaggio Da bilquis il Gio 25 Nov 2010, 18:00

sophia ha scritto:Mambu ha scritto:ora mi interessa più stare col cerino al culo di questi "amici" che hanno sentito profumo di nuovo potere e si preparano a ballar sul cadavere del berlusca e a dividersi i pezzi





Il finale del film "il caimano" l'abbiamo visto con gli studenti ieri davanti al senato caricati dalla polizia.

Blisquis, cortesemente non per la censura, ma per le previsioni del tempo: quante altre brutte notizie da qui a stasera? Ho paura di aprire GASFOM oggi sudo freddo sudo freddo
Scherzo, Grazie grazie davvero per questo condividere con noi le aberrazioni della Repubblica delle Banane OCCHEI! ciao risate amici [/quote]


per oggi mi fermo...... forse.... sorrisodiscuse
bilquis
bilquis
Utente Colonna: 2001-5000 post
Utente Colonna: 2001-5000 post

Messaggi : 2914
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : Sixth Saint John

Torna in alto Andare in basso

G.A.S.Fo.M. - Pagina 39 Empty Re: G.A.S.Fo.M.

Messaggio Da bilquis il Gio 25 Nov 2010, 18:45

Mi rimangio quello che ho detto...... sorrisodiscuse

- - - -

Le parole della Seconda Repubblica

Ad uso e consumo delle generazioni future, ma soprattutto per aiutare le attuali ad elaborare i traumi linguistici subiti in questi anni, è opportuno fornire un breve, ma significativo estratto dei termini e delle espressioni che la politica italiana ha riversato su di noi negli ultimi anni, fornendo le opportune e chiarificatrici definizioni.

Abbronzato: tipico aggettivo per esprimere carinerie sul Presidente degli Stati Uniti d'America.
Ad personam: tipo di legge assolutamente da non intendersi per provvedimenti che riguardano il Presidente del Consiglio Italiano.

Antimafia del fare: da non confondersi con Antimafia del dire, Antimafia del baciare, Antimafia del lettera e Antimafia del testamento.

Antropologicamente diverso: un modo scherzoso di definire un magistrato quando si parla con un giornalista inglese.

Assoluzione: disambiguazione (forse cercavi prescrizione).

Bavaglio: da intendersi come il tentativo, il più delle volte riuscito, di impedire che i disastri generati dal Governo in carica vengano alla luce.

Bunga Bunga: stile di vita importato dalla Libia.

Cagna: tipico saluto fra ministre dello stesso governo.

Cerino: gioco in cui un partito di governo aspetta che un altro partito di governo faccia quello che il primo partito di governo vuole che faccia un partito di governo diverso, e quindi governo tecnico.

Circuito magico: tipica espressione con cui nei cartoni animati giapponesi i governi italiani prendono provvedimenti volti a combattere la mafia.

Comunista!: tipica esclamazione da lanciare rigorosamente a casaccio, verso sinistra.

Contestualizzato: aggettivo da applicarsi come pezza da rattoppo per gaffes e bestemmie.

Contratto con gli Italiani: accordo che prevede la presenza di uno studio televisivo, una scrivania di ciliegio e Bruno Vespa, stipulato tra un candidato a Presidente del Consiglio e il popolo sovrano che sottoscrive il contratto anche se non ha visto la trasmissione.

Corruttore: è sempre anonimo nelle sentenze per intervenuta legge.

Cricca: associazione benefica che lavora di giorno e ride di notte, preferibilmente alle 3.32.

Cucù: tipico scherzo con cui accogliere il Presidente di un Governo europeo.

Culattone: nel linguaggio ufficiale del Ministero per gli Italiani nel Mondo, termine tecnico per riferirsi a persona omosessuale.

Dittatura: assolutamente da non intendersi riferito all'Italia, soprattutto se si vuole lavorare nel campo dell'informazione.

Donna: oggetto ornamentale per trasmissioni televisive, parlamenti e congressi (Bindi esclusa).

Dono del Signore: disambiguazione (forse cercavi Putin).

Dossier: se li fa La Repubblica sono dossier, se li fa Il Giornale sono inchieste. O il contrario.

Editto bulgaro: tipica barzelletta dell'Est che prevede due giornalisti, un comico e un dittatore (per quest'ultimo v. Dittatura).

Emergenza: precede un miracolo (vedi).

Eroe: usato per indicare stallieri dall'accento siculo che lavorano in brianza presso villa di facoltoso imprenditore

Escort: sapere che non è un modello d'auto può agevolare la carriera.

Gogol: motore di ricerca che spiega perfettamente i successi di due anni di governo.

Governo del fare: da non confondersi con Governo del dire, Governo del baciare, Governo della lettera e Governo del testamento.

Kapò: ruolo cinematografico adatto ad un parlamentare europeo.

Intercettazioni: utili per arrestare i mafiosi, ma da vietare per i politici.

Legge porcata: dal latino Porcellum, che significa "Calderoli è molto soddisfatto di sé".

Legittimo Impedimento: tipo di legge assolutamente da non intendersi per provvedimenti che riguardano il Presidente del Governo Italiano.

Lodo: tipo di legge assolutamente da non intendersi per provvedimenti che riguardano il Presidente del Governo Italiano.

Macchina del fango: lo fa la sinistra, se siete Sallusti.

Macelleria Sociale: espressione propria di quei politici di sinistra che vogliono essere sicuri di perdere le elezioni.

Miglior presidente: carica onorifica di cui ci si autoinveste a partire dagli ultimi 150 anni, possibilmente immaginando di essere sopra un Cosmopavone.

Mignottocrazia: sistema di potere basato sullo scambio della fregna.

Minorenne: un ottimo motivo per chiedere il divorzio o fondare un nuovo partito.

Miracolo: azione di governo, se avete Fede.

Nipote di Mubarak: un ottimo motivo per chiedere il divorzio o fondare un nuovo partito, se non l'avete già fatto.

P3: quattro anziani pensionati che cercano di cambiare il mondo.

Palpare: tipico saluto istituzionale italiano nelle occasioni pubbliche.

Psiconano: tipica battuta genovese.

Padania: regione del Nord Italia che confina a Nord con il villaggio di Asterix, e a Sud con niente, perché per la Padania il Sud non esiste, esiste il non-Nord.

Papi: chi non ha chiamato almeno una volta così un Presidente del Consiglio?

Pluralismo: principio invocato dall'opposizione, finché non è al governo.

Putin (lettone di): scambio di favori internazionali.

Remolo: fratello di Romolo, co-fondatore di Roma-ladrona.

Roma Ladrona: imprecazione tipica del Nord Italia prima di entrare nel teatrino politico della capitale.

Scendere in campo: frase che, pronunciata dietro una scrivania con finti libri alle spalle e un chilo di cerone sul viso prelude a decenni di ottimismo e felicità mai visti negli ultimi 150 anni.

Sciacallaggio mediatico: linea di confine tra "diritto d'informazione" e "vediamo il plastico".

Sole delle Alpi: simbolo usato nelle scuole di alcuni comuni del Nord Italia per essere proprio sicuri di rovinare l'infanzia ai bambini.

SPQR: acronimo di Sono Porci Questi Romani, frase usata da un politico del Nord Italia per farsi invitare a Roma a mangiare a scrocco.

Strozzare (gli autori di libri di mafia): onorificenza simile all'abbraccio, ma con delle lievi, significative differenze

Stupratore di democrazia: definizione usata per conquistare l'elettorato di centro.

Test di sanità mentale: un modo scherzoso per dire "abbiamo quasi finito di realizzare il programma della P2".

Toga rossa: forma vezzeggiativa di "antropologicamente diverso" (vedi).

Ubriaco che si attacca alla bottiglia: amichevole scambio di complimenti o forse augurio tra ex premier.

Utilizzatore finale: la definizione più consona per un premier colto in fallo con una escort.

Vajassa: tipico saluto tra un ministro in rotta del proprio governo e una nipote di dittarore eletta nella stessa maggioranza.

V-day: giornata ideale per mandare a quel paese tutti i politici, senza distinzione di opinioni, sesso, etnia, religione.

Vulnus: termine latino che significa "macelleria sociale non era abbastanza orribile".


Paolo Agnelli, Viola Di Nicola, Matteo Pascoletti
con la collaborazione (preziosissima) di Sigismondo Baldovino
©️valigia blu - riproduzione consigliata

http://oknotizie.virgilio.it/go.php?us=20c012e4817b6abb
bilquis
bilquis
Utente Colonna: 2001-5000 post
Utente Colonna: 2001-5000 post

Messaggi : 2914
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : Sixth Saint John

Torna in alto Andare in basso

G.A.S.Fo.M. - Pagina 39 Empty Re: G.A.S.Fo.M.

Messaggio Da sophia il Gio 25 Nov 2010, 19:06

infatti non ci credevo blisquis.

Comunque:
Tre cazzotti in testa e il digestivo è servito. Disavventura al ristorante per Emilio Fede, che certo non si aspettava di assaggiare un ‘amaro’ che non aveva nemmeno ordinato. Nella serata di martedì scorso il direttore del Tg4 è stato aggredito nel locale milanese La Risacca 6 dall’imprenditore Gian Germano Giuliani, produttore del noto digestivo. Per un motivo che non è ancora precisato, l’uomo gli ha rifilato dei pugni in testa e in faccia procurandogli contusioni giudicate dai medici guaribili in venti giorni. “Sono scioccato e dispiaciuto” ha detto il giornalista, che ha demandato al suo avvocato il compito di denunciare Giuliani per “lesioni gravissime e minacce di morte“.

Il giornalista stava cenando con tre amici quando l’imprenditore, da un tavolo vicino, si è alzato per salutare uno dei suoi commensali. “Mi si è avvicinato, pensavo mi volesse salutare“, Fede ha così allungato la mano e invece si è trovato a fare il sacco da boxe per il 70enne produttore di digestivi che gliele ha suonate. “Senza alcuna ragione mi ha dato tre pugni in testa“ ha spiegato. Il direttore del Tg4 già conosceva il suo aggressore, da lui stesso definito “amico di amici”. Sul motivo del gesto ha commentato: “non voglio fare il martire, escludo motivi politici o sentimentali, invece ho pensato che sono mancato a una cena cui mi ha invitato”.

Dietro i cazzotti di Giuliani alcuni siti, tra cui Dagospia, hanno invece ipotizzato ci possa essere un affaire sentimentale che coinvolgerebbe anche l’ex calciatore Stefano Bettarini. A riguardo Fede ha detto: “non so nulla di storie sentimentali, Bettarini non ha certo bisogno che gli presenti io le donne”. Nella serata di ieri il direttore del Tg4 è intervenuto telefonicamente su SkyTg 24, dove ha raccontato la sua versione dell’accaduto e confermato di aver sporto denucia per lesioni e minacce di morte a seguito dell’affermazione “lo voglio finire” che l’imprenditore avrebbe fatto davanti ai carabinieri.
The show must go on. Nonostante i cazzotti ricevuti in testa da Giuliani ieri Emilio Fede ha condotto regolarmente l’edizione serale del suo tg. Il suo volto appariva leggermente gonfio sulla sinistra ma senza segni di medicamenti o bende. ”Ho avuto la forza di andare in onda anche se ho straparlato. E’ come se avessi avuto una botta in testa” ha detto ironizzando. Non è da escludersi che ora qualcuno vada a vedersi la registrazione del notiziario per notare le differenze dall’abituale conduzione.

Al direttore del Tg4 non resta che scegliere meglio i ristoranti dove cenare e soprattutto evitare di chiudere il pasto con l’amaro Giuliani. Come noto, gli dà alla testa.


Ho qualche difficoltà sulle lesioni gravissime, non vorrei che Giuliani pagasse per uno status quo ante...

sophia
sophia
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post

Messaggi : 5342
Data d'iscrizione : 12.03.10

Torna in alto Andare in basso

G.A.S.Fo.M. - Pagina 39 Empty Re: G.A.S.Fo.M.

Messaggio Da bilquis il Gio 25 Nov 2010, 19:19

sophia ha scritto:infatti non ci credevo blisquis.


musico
bilquis
bilquis
Utente Colonna: 2001-5000 post
Utente Colonna: 2001-5000 post

Messaggi : 2914
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : Sixth Saint John

Torna in alto Andare in basso

G.A.S.Fo.M. - Pagina 39 Empty Re: G.A.S.Fo.M.

Messaggio Da sophia il Gio 25 Nov 2010, 19:33

Giochino facile facile per elettori alle prossime elezioni. Se scopri la differenza, non sei del PDL...



http://milano.repubblica.it/cronaca/2010/11/25/news/fede_io_come_il_tassista_ucciso_e_ora_bisogna_chiudere_facebook-9505179/
Fede:"In due anni ho depositato 38 denunce per minacce e da tempo viaggio sotto scorta - aggiunge Fede - Non mi interessano le minacce. Tanto meno quelle fatte da imbecilli su Facebook, che non vedo e non seguo". Tornando all'aggressione subita alla Risacca 6, Fede l'ha paragonata a quella di cui è rimasto vittima Luca Massari, il tassista morto dopo essere stato selvaggiamente picchiato per aver investito un cane: "Chi ha aggredito il tassista non voleva ucciderlo ma menarlo. Lui mi ha preso a pugni in faccia: qual è la differenza tra i due casi?"
sophia
sophia
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post

Messaggi : 5342
Data d'iscrizione : 12.03.10

Torna in alto Andare in basso

G.A.S.Fo.M. - Pagina 39 Empty Re: G.A.S.Fo.M.

Messaggio Da rapa nui il Ven 26 Nov 2010, 15:13

Fiat, a Mirafiori una berlina e un Suv
Marchionne: "Utile un referendum"

Joint venture con Chrysler La produzione annuale sarà di 280 mila vetture. Investimenti
per un miliardo. I nuovi modelli entro il 2010. L'ad ai sindacati: "Lasciamo fuori
la politica e gli estremismi. Serve una decisione rapida". "Sono amareggiato per gli attacchi ingiusti dei giorni scorsi"



Alle Carrozzerie di Mirafiori la Fiat prevede di produrre una berlina e un Suv con marchio Alfa e Jeep. La produzione annuale sarà di 280 mila vetture. Lo ha detto ai sindacati l’ad di Fiat Sergio Marchionne che partecipa a un vertice fra azienda e sindacati stamane all’Unione Industriale di Torino sul futuro produttivo delle Carrozzerie di Mirafiori. Per Sergio Marchionne è importante che il progetto per Mirafiori sia condiviso dai lavoratori. «Sono loro - ha detto ai sindacati - che avranno la responsabilità e il privilegio di trasformare Mirafiori in un impianto di livello internazionale. Potrebbe essere utile a tutti noi, in questa sala, sapere direttamente da loro, magari tramite un referendum, che cosa ne pensano».

I modelli che verranno prodotti a Mirafiori saranno «vetture di punta di Jeep e Alfa Romeo, i marchi più internazionali che abbiamo nei nostri due gruppi e che hanno potenzialità di sviluppo sul mercato globale», ha spiegato Marchionne ai sindacati. Ha aggiunto che il futuro di Mirafiori passa attraverso la joint venture tra Chrysler e Fiat. A Torino sarà portata infatti «una nuova piattaforma dagli Stati Uniti che servirà per produrre auto e suv di classe superiore, sia per il marchio Jeep sia per l’Alfa Romeo. E' l’architettura più avanzata di cui disponiamo, che è nata come base per l’Alfa Romeo Giulietta e che si è poi evoluta ed è stata perfezionata in Chrysler. Oggi è diventata la piattaforma universale comune ai due gruppi, da cui nasceranno tutte le future vetture dei segmenti C e D, automobili e suv».

Marchionne ha detto anche che i modelli prodotti a Mirafiori dalla nuova società «non saranno venduti solo nell’Unione Europea, ma più della metà è destinata a raggiungere i mercati di tutto il mondo, al di fuori del’Europa, specialmente in America. Portare la nuova piattaforma americana a Mirafiori vuol dire garantire allo stabilimento la possibilità di produrre più di 1.000 auto al giorno».«L’investimento che prevediamo è superiore a un miliardo di euro. Siamo disponibili a partire subito per mettere in pratica il progetto: se lo finalizziamo in tempi rapidi saremo in grado di adeguare l’impianto alle nuove produzioni nel giro di un anno e mezzo. In questo modo - ha concluso - potremo rispettare i tempi previsti per il lancio commerciale dei futuri modelli Jeep e Alfa Romeo che potrà avvenire nel corso del terzo o al massimo quarto trimestre del 2012».

«Siamo disponibili al dialogo - ha detto ancora Marchionne - ma una cosa deve essere chiara e condivisa sin dall’inizio. Dobbiamo impegnarci, tutti quanti, per garantire le migliori condizioni di governabilità dello stabilimento». «La prima e la più importante responsabilità da assumere è quella che, una volta raggiunto un accordo su queste modalità, dobbiamo rispettarlo. Un dovere che va preso con serietà e coscienza. Questa è una sfida tra noi e il resto del mondo e si può vincere solo se tutti le forze si uniscono e lavorano nella stessa direzione, solo se c’è una reale condivisione di intenti».

«L’appello che vorrei fare a tutti voi, è quello di tenere la politica fuori dalla porta e gli estremismi lontani dalla fabbrica; di lasciare le prove di forza ai deboli». «Portiamo invece a questo tavolo - ha aggiunto - idee e proposte, portiamo la voglia costruttiva e l’impegno di fare qualcosa di valore. Portiamo anche la disponibilità a rinunciare a qualcosa, nessuno escluso, in vista di un obiettivo più alto di un titolo su un giornale. Lo dobbiamo in primo luogo ai nostri lavoratori». L’appello di Sergio Marchionne ai sindacati è quello di «stringere i tempi il più possibile». «Non possiamo permetterci - ha detto - di passare mesi a discutere, ci sono ragioni industriali che non possono aspettare, se vogliamo avviare gli investimenti e far partire il progetto. Ci sono anche ragioni di serietà e responsabilità che spingono verso una soluzione rapida».

«Vi confesso che sono amareggiato per le accuse ingiuste e gli attacchi che sono piovuti sulla Fiat. Si sono spese tante parole, forse troppe». Lo ha detto l’amministratore delegato della Fiat, Sergio Marchionne, ai sindacati. «A volte stento a credere alle dichiarazioni che leggo - ha aggiunto - per quanto sono assurde e ingiustificate. Ma non voglio che tutto ciò condizioni le nostre scelte perchè sono state fatte pensando al futuro industriale della Fiat in Italia, al futuro del paese e delle nostre persone».

Sul fronte dell'azienda partecipa all'incontro, insieme all'amministratore delegato della Fiat, anche il responsabile delle relazioni industriali del Gruppo, Paolo Rebaudengo. Sono presenti tutti i sindacati: Fim, Fiom, Uilm, Fismic, Ugl e associazione Capi e Quadri Fiat. è

«Ci piacerebbe che Marchionne oggi ci dicesse che per Mirafiori ha più di un prodotto e che mantiene la Mito. Ci piacerebbe che si sfruttasse al meglio la risorsa di Mirafiori che è la sua polivalenza», ha detto Giorgio Airaudo, responsabile Auto della Fiom nazionale entrando all’Unione Industriale di Torino. «Voglio che Marchiomne - ha aggiunto - ci dica che può sfruttare al meglio le capacità dei lavoratori di Mirafiori che hanno nella loro memoria 70 anni di storia della Fiat e 100 anni di storia dell’auto». Quanto all’ipotesi di una newco con la Chrysler per lo stabilimento torinese, Airaudo ha osservato: «La newco che si vuole fare per Pomigliano è fatta per escludere una organizzazione sindacale. Se altre newco hanno altre ragioni per noi non ci sono pregiudiziali».


Scusate, piccolo momento di campanilismo.
La frase evidenziata mi ha fatto un po' incacchiare: come puoi pretendere di andare da Fazio a dire che l'Italia per la Fiat è un peso e poi sentirti amareggiato per le critiche che ti vengono mosse?
Per carità Marchionne ha fatto tanto per Fiat, ma l'Italia per Fiat ha fatto anche di più: e gli incentivi dove li mettiamo?!?! E tutti i soldi che i vari governi hanno tirato fuori??
Mah....


rapa nui
Utente Aficionado: 501-2000 post
Utente Aficionado: 501-2000 post

Messaggi : 842
Data d'iscrizione : 27.09.10
Località : Torino

Torna in alto Andare in basso

G.A.S.Fo.M. - Pagina 39 Empty Re: G.A.S.Fo.M.

Messaggio Da lepidezza il Ven 26 Nov 2010, 15:16

1. Tg4, Emilio Fede: "Una società civile dovrebbe intervenire e menare questi studenti" (24/11)
2. Disavventura per Emilio Fede: picchiato al ristorante ( 25/11)


palestra sorrisodiscuse
lepidezza
lepidezza
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 15123
Data d'iscrizione : 30.09.09

Torna in alto Andare in basso

G.A.S.Fo.M. - Pagina 39 Empty Re: G.A.S.Fo.M.

Messaggio Da sophia il Ven 26 Nov 2010, 18:07

Allora, ieri sera un soggetto che non ricordo il nome ma bene la faccia, senatore PDL della Repubblica a Lineanotte, membro delal commissione di vigilanza rai ha afferamto che stanno al lavorando al progetto di reindirizzamento televisivo per cui ogni trasmissione dovrà rispettare il decalogo. Praticamente mettono la censura per iscritto. Praticamente vogliono costringere le trasmissioni che aloro non piacciono a mitissimi consigli, dimenticando quel ches uccede a Porta a Porta, al telegioranle, dimenticando le reti mediaset del regime.
Uno strano pluralismo questo. Significa impedire ad una trasmissione che dovrebbe essere nei limiti della legge libera, significa imporre modificazioni unilaterali in nome di un finto pluralismo.
Non v'é chi non veda che il pluralismo non si garantisce imponendo, ma semmai aggiungendo proposte di vario taglio fra cui il cittadino può scegliere come crede in libertà, non significa modificare le trasmissioni imponendo la formula del contraddittorio. Cosa son o tutti processi. Non é Tribuna politica con la par condicio preelettorale.
Credo infatti e s ono felice che Saviano e Fazio abbiano sostenuto questo concetto di libertà e pluralismo contro lo spaccio di finto pluralismo impositivo del regime volto a trasformare tutte le trasmissioni in terreno di scontro. Fra un pò cercheranno di farlo pure coi giornali.
E veniamo al fiore delal Repubblica, la materna Gelmini, la leghista con sguardo da paura, afferma: "temo che qualcuno si faccia male". Che donna amorevole, che preveggenza.
sophia
sophia
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post

Messaggi : 5342
Data d'iscrizione : 12.03.10

Torna in alto Andare in basso

G.A.S.Fo.M. - Pagina 39 Empty Re: G.A.S.Fo.M.

Messaggio Da sophia il Ven 26 Nov 2010, 20:27

Il fenomeno é Alessio Butti un incubo.
sophia
sophia
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post

Messaggi : 5342
Data d'iscrizione : 12.03.10

Torna in alto Andare in basso

G.A.S.Fo.M. - Pagina 39 Empty Re: G.A.S.Fo.M.

Messaggio Da bilquis il Ven 26 Nov 2010, 21:15

Alla Sapienza gli studenti protestano sui tetti. Si preparano al mondo del lavoro.

“Qui ci scappa il morto” ha commentato Schifani con cauto ottimismo.

Anche Bersani sul tetto con gli studenti. Un’occasione unica.

Gli studenti assediano il Senato al grido di “Dimissioni” e “Vergogna”. I senatori lamentano l’incomprensibilità del gergo giovanile.

La riforma universitaria è stata contestata con un fitto lancio di uova. Ma la Gelmini è nata prima.

Gli studenti hanno scelto la fine del mese per protestare. I poliziotti sono più deboli se a digiuno.

Alcuni dei contestatori hanno tentato di entrare a palazzo Grazioli. Non sapevano che apre solo la sera.

I manifestanti sono entrati in Senato incappucciati. Confondendosi coi senatori.

Gli studenti hanno occupato il Colosseo, la Mole e la torre di Pisa. Non hanno ottenuto un cazzo, ma ora sono famosissimi in Giappone.

(I manifestanti vogliono attirare l’attenzione del governo occupando simboli culturali. Questa cosa non ha senso)

L’industriale Giuliani malmena Emilio Fede. A questo punto superflue le primarie del Pd.

Giuliani picchia Emilio Fede al ristorante. Prendo quello che ha preso lui.

(È ora di finirla con questa violenza gratuita. Questa gente va pagata!)

Emilio Fede è stato colpito più volte. Poi gli hanno fatto annusare la sua pipì.

L’aggressore di Fede è il proprietario dell’Amaro Giuliani. L’ennesimo imprenditore che si è sporcato le mani.

Emilio Fede ha ricevuto due pugni in testa. Ma per funzionare avrebbero dovuto essere dispari.

(Berlusconi, Belpietro, Capezzone e adesso Fede. Se ho capito lo schema, il prossimo bersaglio è Uan)

Fede ha detto che l’aggressore è “un amico di amici”. E allora ti è andata bene.

La Gelmini si distrae e vota contro la sua riforma. Anche D’Alema si distrae e vota col Pd.

Il Papa: “È lecito usare il preservativo con una prostituta”. E tra l’altro risparmi.

(Ratzinger riconosce l’uso del preservativo nella prostituzione. È il suo modo di darti della troia)

Pierluigi Bersani pubblica online i suoi voti. Mai più presi cosi tanti.

Bersani prese il massimo dei voti in storia del cristianesimo. Neanche il suo regno è di questo mondo.

Padre Pio appare sul parabrezza di un’auto. Che ora ha due gomme bucate.

Guerra tra Corea del Nord e Corea del Sud. Si consiglia l’uscita Corea Ovest.




spinoza.it
bilquis
bilquis
Utente Colonna: 2001-5000 post
Utente Colonna: 2001-5000 post

Messaggi : 2914
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : Sixth Saint John

Torna in alto Andare in basso

G.A.S.Fo.M. - Pagina 39 Empty Re: G.A.S.Fo.M.

Messaggio Da bilquis il Ven 26 Nov 2010, 22:40

G.A.S.Fo.M. - Pagina 39 L-appello-d-un-genitore-dopo-l-approvazione-del-decreto-gelmini
bilquis
bilquis
Utente Colonna: 2001-5000 post
Utente Colonna: 2001-5000 post

Messaggi : 2914
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : Sixth Saint John

Torna in alto Andare in basso

G.A.S.Fo.M. - Pagina 39 Empty Re: G.A.S.Fo.M.

Messaggio Da bilquis il Ven 26 Nov 2010, 23:39

Il comune di Desio sciolto per mafia (e Libero?)

http://oknotizie.virgilio.it/go.php?us=9f110e5ad828ac5
bilquis
bilquis
Utente Colonna: 2001-5000 post
Utente Colonna: 2001-5000 post

Messaggi : 2914
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : Sixth Saint John

Torna in alto Andare in basso

G.A.S.Fo.M. - Pagina 39 Empty Re: G.A.S.Fo.M.

Messaggio Da sophia il Sab 27 Nov 2010, 12:06

bilquis ha scritto:G.A.S.Fo.M. - Pagina 39 L-appello-d-un-genitore-dopo-l-approvazione-del-decreto-gelmini
risate Grazie risate sudo freddo sudo freddo
E PARLA risate risate sudo freddo sudo freddo SPARA SCEMENZE URBIS ET ORBIS SU YOUTUBE


Ultima modifica di sophia il Gio 09 Dic 2010, 21:41, modificato 1 volta
sophia
sophia
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post

Messaggi : 5342
Data d'iscrizione : 12.03.10

Torna in alto Andare in basso

G.A.S.Fo.M. - Pagina 39 Empty Re: G.A.S.Fo.M.

Messaggio Da bilquis il Sab 27 Nov 2010, 12:08

G.A.S.Fo.M. - Pagina 39 Bondi_protestauniv
bilquis
bilquis
Utente Colonna: 2001-5000 post
Utente Colonna: 2001-5000 post

Messaggi : 2914
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : Sixth Saint John

Torna in alto Andare in basso

G.A.S.Fo.M. - Pagina 39 Empty Re: G.A.S.Fo.M.

Messaggio Da bilquis il Sab 27 Nov 2010, 12:22

IL CASO
Pranzo a L'Aquila, Brunetta non gradisce
E il suo portavoce protesta per lettera

Lettera formale: pranzo orrendo, "il ministro se ne ricorderà a lungo". Il ristoratore sotto accusa replica: "C'era molto più gente di quanto ci era stato detto, e il ministro è arrivato in ritardo". "Non mi scuso, avevamo anche offerto il servizio gratis" di GIUSEPPE CAPORALE

Pranzo a L'Aquila, Brunetta non gradisce E il suo portavoce protesta per lettera
L'AQUILA - Una lettera ufficiale dal ministero, addirittura. Sarà che il titolare della Funzione Pubblica si diletta di cucina, ma non si ricorda iniziativa analoga nella storia repubblicana. Oggetto dello sdegno, un pranzo a L'Aquila. Al quale Brunetta ha partecipato in occasione di un convegno sulla innovazione tecnologica. La lettera di contestazione è stata inviata al ristoratore dal portavoce del dicastero, Vittorio Pezzuto. Si punta l'indice sul "Pane raffermo, speck mediocre avvolto nelle fette di ananas (roba che neanche gli inglesi...), tiramisù giallognolo e improbabile, salame rancido. Il tutto servito da un cameriere per caso".

Poi l'affondo finale. "Posso garantirvi che il catering che avete offerto oggi alla Regione in occasione del forum dell'Innovazione verrà ricordato a lungo dal ministro Brunetta, dal prefetto Iurato, dal presidente della Regione Chiodi, dal sindaco Cialente e dal rettore dell'Università Di Orio. Complimenti vivissimi".

Paolo Pacilli, il ristoratore sotto accusa, si difende. Dice intanto che la richiesta "era per 150 partecipanti di cui 10 (ministro e autorità) in una location diversa con porcellana di vetro e posate". Aggiunge che gli orari erano le 13.30 per la sala grande e le 14.00 per il ministro.

Invece, racconta Pacilli, all'apertura della sala pranzo "l'affluenza era nettamente superiore". Non solo. Alle 13.45, quando era pronto il catering del ministro (che prevedeva zuppa di legumi, selezioni
di salumi e formaggi locali, crespelle di verdure, ravioli al sugo tradizionale, prosciutto affumicato con ananas, bocconcini di vitello al sugo e dolce di mascarpone agli agrumi), il responsabile dell'evento ci ha comunicato che il ministro aveva un ritardo di 30 minuti. Quanto al "cameriere per caso", Pacilli dice che c'erano tre persone responsabili per lo "sporzionamento": uno chef della federazione italiana cuochi, un ristoratore con venti anni di attività, e il maitre che che segue regolarmente i più importanti eventi della nostra azienda compreso il G8 di L'Aquila.

Il ristoratore colpito dagli strali del ministro - "Me ne ricorderò" - ora dice che "non intende chiedere scusa a nessuno. Non per presunzione, ma perché, malgrado io sia estremamente amareggiato e dispiaciuto per l'accaduto, ritengo inammissibile il comportamento del portavoce del ministro, che ha agito senza neanche preoccuparsi di sapere cosa fosse successo o quali fossero gli accordi intercorsi. Mi sembrava di ricordare che le basilari regole della buona educazione consigliassero comunque di ringraziare chi ci offre un dono, qualunque esso sia. Anche se avessimo offerto semplicemente pane e acqua avremmo meritato un gesto di risposta".

Effettivamente, se i gusti sono opinabili, una cosa è certa, anche se nella lettera del portavoce di Brunetta ciò non si menziona: il catering era un omaggio al convegno, completamente gratuito.



(26 novembre 2010)


http://oknotizie.virgilio.it/go.php?us=29f010d4a7bbdf4f
bilquis
bilquis
Utente Colonna: 2001-5000 post
Utente Colonna: 2001-5000 post

Messaggi : 2914
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : Sixth Saint John

Torna in alto Andare in basso

G.A.S.Fo.M. - Pagina 39 Empty Re: G.A.S.Fo.M.

Messaggio Da sophia il Sab 27 Nov 2010, 13:44

ma cosa stiamo aspettando... questi ministri devono essere impiegati nell'agricoltura e per i lavori pesanti!
sophia
sophia
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post

Messaggi : 5342
Data d'iscrizione : 12.03.10

Torna in alto Andare in basso

G.A.S.Fo.M. - Pagina 39 Empty Re: G.A.S.Fo.M.

Messaggio Da sophia il Sab 27 Nov 2010, 13:47

bilquis ha scritto:Il comune di Desio sciolto per mafia (e Libero?)

http://oknotizie.virgilio.it/go.php?us=9f110e5ad828ac5
O Saviano é un profeta o Maroni ce la racconta? Votiamo?
sophia
sophia
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post

Messaggi : 5342
Data d'iscrizione : 12.03.10

Torna in alto Andare in basso

G.A.S.Fo.M. - Pagina 39 Empty Re: G.A.S.Fo.M.

Messaggio Da mambu il Sab 27 Nov 2010, 14:25

Che bello, mattinata pigra a leggere vari quotidiani. G.A.S.Fo.M. - Pagina 39 953427 La mia personale selezione

Il professor Cerchiobott è vivo (e lotta insieme a loro G.A.S.Fo.M. - Pagina 39 905791 )
Spoiler:
http://www.corriere.it/politica/10_novembre_27/grasso-fazio-saviano-sensibilita_3d84f86a-f9fa-11df-9c9e-00144f02aabc.shtml var articleTitle = document.title; var articleTitleEncode = encodeURIComponent(document.title); var articleUrl = document.location.href; var articleUrlEncode = encodeURIComponent(document.location.href); var articleDescription = document.getElementsByName("description")[0].content; var articleImage =""; if($("link[rel=image_src]").length > 0) { articleImage = encodeURIComponent($("link[rel=image_src]").attr("href")); }



Tv, le ragioni di Fazio e Saviano
e un utile gesto di sensibilità


«Vieni via con me» e i comitati pro vita

Per affrontare un tema così delicato non basta certo un'animosaseduta del Consiglio d'amministrazione della Rai, bisogna calarsi nelprofondo delle nostre coscienze. Com'è noto, giovedì il Cda di VialeMazzini ha approvato un ordine del giorno per consentire alleassociazioni pro vita di replicare nell'ultima puntata del programma diFazio e Saviano. Una decisione alla quale i due conduttori di Vieni viacon me hanno risposto con un secco «no».

Nella seconda puntata, infatti, il racconto di Roberto Saviano,dedicato a Piergiorgio e Mina Welby, e l'elenco scandito da BeppinoEnglaro e Fabio Fazio sono stati letti come una campagna contro imovimenti pro life. Di qui la pressante richiesta di un diritto direplica.
Se affrontiamo la vicenda su questioni di principio, alla fine tutti hanno ragione e tutti hanno torto.
Peruna questione di principio Fazio e Saviano hanno spiegato che larichiesta è irricevibile: «Concedere un cosiddetto diritto di replicaalle associazioni pro vita, significherebbe avallare l'idea,inaccettabile, che la nostra trasmissione sia stata pro morte». La tesidegli autori di Vieni via con me, ribadita dal direttore Ruffini, è chesfidare il tabù della morte non significa necessariamente essere afavore della morte. E aggiungono un dettaglio linguistico di non pococonto: «Un programma di racconti, come il nostro, non ha la pretesa néil dovere né la presunzione di rappresentare tutte le opinioni. Nonsiamo un talk-show, non siamo una tribuna politica». E questo è vero.Tuttavia, la giustificazione regge fino a un certo punto perché,comunque, il diritto di replica è stato concesso al ministro Maroni (ilquale, per altro, ha collezionato una modesta figura, costringendomalamente le sue ragioni dentro un format). Questo significa cheesistono cittadini cui si deve rispetto e altri che si possonoignorare? Le leggi del genere tv devono valere per tutti.

Per una questione di principio
, le associazioni pro life hannosostenuto che deve aver voce anche chi cura amorevolmente le personeche si trovano in una condizione di grave fragilità, «ma che sonopersone che vivono e che hanno bisogno di essere incoraggiate e diriconoscere il valore della vita anche in quella terribile condizione»,come ha sostenuto il ministro Maurizio Sacconi. Molte famiglie, è vero,affrontano situazioni drammatiche nel più totale silenzio: ogni giornoaccudiscono un loro familiare colpito da qualche malattia invalidante,curano un figlio in coma, accarezzano il volto di un padre o di unamadre i cui occhi sembrano non riconoscere più quell'affetto supremo.Tutto vero, tutto giusto.

Tuttavia, c'è da chiedersi una cosa
: se la trasmissione avesseavuto uno scarso seguito di audience, si sarebbero elevate così tantevoci a esigere il diritto di replica? L'animosità con cui moltireclamano una presenza in video non deriva forse dallo strepitososuccesso che la trasmissione ha avuto? E come mai, in tanti anni,politici e professionisti che adesso si schierano nella battaglia nonsono mai riusciti a fare una trasmissione che desse degnamente voce aquanti ora la reclamano? Penso soprattutto agli autori, aipresentatori, ai dirigenti che su Raiuno e Raidue si proclamanocattolici, a parole, ma da tempo immemorabile sono fortemente impegnatiin programmi di vergognosa banalità, capaci solo di lavarsi lacoscienza in mille modi.

Il tema sul «fine vita» è così delicato che possiamo solorivolgerci alla sensibilità di Fabio Fazio, Francesco Piccolo, RobertoSaviano e Michele Serra perché trovino il modo di raccontare questaimmensa tragedia, magari sacrificando qualcosa dei loro principi autoriali.


Aldone Grasso (se qualcuno aveva dubbi G.A.S.Fo.M. - Pagina 39 3424 )

e poi la commovente lettera pubblica di Carla Sarkòsi alla mamma di Daniele Franceschi.
Che comincia con le scuse per non aver trovato il modo di un contatto diretto, ed essere stata quindi "costretta" al messaggio pubblic(itari)o G.A.S.Fo.M. - Pagina 39 903947

I casi sono due: o i funzionari dell'Eliseo sono una banda di incapaci, o la Carlà non la caga nessuno e delle sue richieste se ne impippano G.A.S.Fo.M. - Pagina 39 3424

In tutti e due i casi qualcuno di buon cuore può rimediare spedendole l'elenco telefonico di Viareggio G.A.S.Fo.M. - Pagina 39 432826
mambu
mambu
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 11962
Data d'iscrizione : 22.09.09
Località : Brabante del Friuli

Torna in alto Andare in basso

G.A.S.Fo.M. - Pagina 39 Empty Re: G.A.S.Fo.M.

Messaggio Da rossadavino il Sab 27 Nov 2010, 14:50

sophia ha scritto:
bilquis ha scritto:Il comune di Desio sciolto per mafia (e Libero?)

http://oknotizie.virgilio.it/go.php?us=9f110e5ad828ac5
O Saviano é un profeta o Maroni ce la racconta? Votiamo?


veramente circa dieci giorn i fa c'è stato una puntata su Desio fatta da La7 su EXIT!!!!
rossadavino
rossadavino
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post

Messaggi : 7187
Data d'iscrizione : 06.10.09
Località : Ortona

Torna in alto Andare in basso

G.A.S.Fo.M. - Pagina 39 Empty Re: G.A.S.Fo.M.

Messaggio Da bilquis il Sab 27 Nov 2010, 14:52

Bersani disperso!!!!!!

Spoiler:
G.A.S.Fo.M. - Pagina 39 Walter-la-scala
bilquis
bilquis
Utente Colonna: 2001-5000 post
Utente Colonna: 2001-5000 post

Messaggi : 2914
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : Sixth Saint John

Torna in alto Andare in basso

G.A.S.Fo.M. - Pagina 39 Empty Re: G.A.S.Fo.M.

Messaggio Da bilquis il Sab 27 Nov 2010, 16:08

TEMPO REALE
il blog di Vittorio Zucconi

Per meriti acquisiti


“Meritocrazia” è una di quelle parole usate per creare una risposta pavloviana, quella del cagnetto con l’acquolina in bocca, nell’ elettorato, come “sicurezza”, “minaccia islamica”, “tasse”, “federalismo” e che il ministro della Pubblica Distruzione, l’avvocato Gelmini Mariastella, in queste ore adopera generosamente per distinguere questo governo del fare dal vecchio sistema e dai viziacci di quella “sinistra” clientelare che sembra avere governato l’Italia praticamente dal 1861, ad ascoltarla. Si vorrebbe sapere, rispettosamente, quali “meriti” avesse acquisito l’avvocato Gelmini, che mai nella propria vita e nella brevissima carriera forense o parlamentare lanciata dall’esame nell’ indulgente Reggio Calabria dove lei, turandosi lo schizzinoso nasino bresciano, si era candidata per sfangarla, mai, si era occupata di scuola per diventare ministro dell’Istruzione e della Ricerca. Va bene che questo è un governo che affidò il sistema dell’informazione italiana a Gasparri, che fu come affidare a Tinto Brass un documentario sulle vocazioni monacali e mise l’avvocato Previti al ministero della Difesa, forse confondendo il senso della parola difesa, ma almeno fingere un pochino di “merito” in questa “crazia” neanche gli è venuto in mente. O dipende da che cosa s’intende per “merito”?

Scritto sabato, 27 novembre 2010 alle 01:15


http://oknotizie.virgilio.it/go.php?us=20414215d6a6d774
bilquis
bilquis
Utente Colonna: 2001-5000 post
Utente Colonna: 2001-5000 post

Messaggi : 2914
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : Sixth Saint John

Torna in alto Andare in basso

G.A.S.Fo.M. - Pagina 39 Empty Re: G.A.S.Fo.M.

Messaggio Da sophia il Sab 27 Nov 2010, 16:10

rossadavino ha scritto:
sophia ha scritto:
bilquis ha scritto:Il comune di Desio sciolto per mafia (e Libero?)

http://oknotizie.virgilio.it/go.php?us=9f110e5ad828ac5
O Saviano é un profeta o Maroni ce la racconta? Votiamo?


veramente circa dieci giorn i fa c'è stato una puntata su Desio fatta da La7 su EXIT!!!!
tutti cattivi profeti secondo Maroni.
sophia
sophia
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post

Messaggi : 5342
Data d'iscrizione : 12.03.10

Torna in alto Andare in basso

G.A.S.Fo.M. - Pagina 39 Empty Re: G.A.S.Fo.M.

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 39 di 40 Precedente  1 ... 21 ... 38, 39, 40  Seguente

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum