Mi sono definitavemente rotta con l\'ignoranza musicale

Pagina 21 di 23 Precedente  1 ... 12 ... 20, 21, 22, 23  Seguente

Andare in basso

Re: Mi sono definitavemente rotta con l\'ignoranza musicale

Messaggio Da bellaprincipessa il Mer 25 Nov 2009, 11:40

Amantide_Religiosa ha scritto:Principè, grazie per quello che hai scritto. Credo che il tuo sia stato il più bel intervento, e sono contenta di leggere qualcosa che ultimamente sta sparendo.
Grazie Ama , mi fa piacere poter condividere quella che per me é la passione (e forse anche un rimpianto) di una vita.
Cantare é l'unica cosa che mi tiene su, che mi impedisce di scappare via, che non mi fa cadere in depressione. E' la migliore delle terapie, é gioia allo stato puro (tutto questo insieme ai miei figli).
Ci sono stati momenti bui dai quali sono uscita solo grazie alla musica e al coro, che essendo un insieme di persone, con tutte le sue dinamiche positive e negative, permette comunque di ritrovarsi con persone che "sentono" quello che senti tu, e non é poco.
E se posso dirlo (giuro che sono sincera), ho ritrovato lo stesso spirito in questo forum... per questo mi ci trovo cosi' bene.
In ogni caso penso che tutti i contributi siano stati e continuino ad essere interessanti, istruttivi, arricchenti. E dobbiamo ringraziare te che hai aperto questo topic .
Mi auguro che tutti i "musicisti" e tutti coloro che abbiano conoscenze in campo musicale da condividere continuino a contribuire al topic e che l'esperienza non si fermi qui.
Chi ha orecchie x intendere...
avatar
bellaprincipessa
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 14761
Data d'iscrizione : 05.10.09
Località : Roquebrune Cap-Martin (Costa Azzurra)

Torna in alto Andare in basso

Re: Mi sono definitavemente rotta con l\'ignoranza musicale

Messaggio Da Amantide_Religiosa il Mer 25 Nov 2009, 11:48

Certo Pincipè, ma il tuo ha quel praticismo (se si può dire cosi) che serve per far spiegare le cose in maniera semplice magari. E' un racconto molto affascinante che parla di musica in maniera molto attraente anche perchè è visuto in prima persona, e questo incuriosisce ancora di più e ti fà venire la voglia di leggere e sapere di più.

_________________________________
""The Common Market: We (British) went into it to screw the French by splitting them off from the Germans. The French went in to protect their inefficient farmers from commercial competition. The Germans went in to purge themselves of genocide and apply for readmission to the human race."
Yes Minister! :neve:
avatar
Amantide_Religiosa
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 14174
Data d'iscrizione : 22.09.09
Località : Milano/Roma

Torna in alto Andare in basso

Re: Mi sono definitavemente rotta con l\'ignoranza musicale

Messaggio Da Ospite il Mer 25 Nov 2009, 14:44

Amantide_Religiosa ha scritto:Certo Pincipè, ma il tuo ha quel praticismo (se si può dire cosi) che serve per far spiegare le cose in maniera semplice magari. E' un racconto molto affascinante che parla di musica in maniera molto attraente anche perchè è visuto in prima persona, e questo incuriosisce ancora di più e ti fà venire la voglia di leggere e sapere di più.

Quoto. Aggiungo che la bellezza dei post di principessa sta nella condivisione di aspetti suoi personali. Si sente che sono post scritti col cuore....

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: Mi sono definitavemente rotta con l\'ignoranza musicale

Messaggio Da Ospite il Mer 25 Nov 2009, 14:46

...


Ultima modifica di Lucadev il Dom 31 Lug 2011, 03:33, modificato 1 volta

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: Mi sono definitavemente rotta con l\'ignoranza musicale

Messaggio Da bellaprincipessa il Mer 25 Nov 2009, 14:50

Lucadev ha scritto:Ed ora....ecco qualche post più di...testa....

Consonanza e Dissonanza

Prima di procedere nella lettura ripassatevi i concetti di:
frequenza, ottava, armonici naturali, intervallo, tonalità

Innanzi tutto va detto che i concetti di consonanza e dissonanza sono concetti generici.
Esiste poi, nel nostro sistema musicale, che viene definito tonale, un un uso dei termini consonanza e dissonanza riferito agli intervalli che compongono la nostra scala di riferimento, che è la scala maggiore. Ma qui entriamo nella disciplina musicale chiamata armonia.
Sono stato abbastanza confuso ?
Bene allora andiamo avanti, tanto anche se non avete capito riprenderemo il discorso.
Adesso la cosa importante da capire è che qui cercherò di spiegare cosa si intende per consonanza e dissonanza quando ci si riferisce ad una nota presa come riferimento.
Non intendo quindi spiegare cosa si intende per: armonia consonante e armonia dissonante. Questo lo dico per i musicisti che eventualmente vorranno intervenire, onde evitare eventuali inutili diatribe.
Cercherò di spiegare cosa significa consonanza e dissonanza da un punto di vista percettivo e poi cercherò di spiegare come la fisica spiega il fenomeno della consonanza e della dissonanza.

Fatta questa premessa, fate un minimo di ripasso (chi ha voglia) intanto che preparo il prossimo post....
W la testa!!!!
avatar
bellaprincipessa
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 14761
Data d'iscrizione : 05.10.09
Località : Roquebrune Cap-Martin (Costa Azzurra)

Torna in alto Andare in basso

Re: Mi sono definitavemente rotta con l\'ignoranza musicale

Messaggio Da Amantide_Religiosa il Mer 25 Nov 2009, 15:54

Lucadev ha scritto:
Non intendo quindi spiegare cosa si intende per: armonia consonante e armonia dissonante. Questo lo dico per i musicisti che eventualmente vorranno intervenire, onde evitare eventuali inutili diatribe.
ma perchè c'è spazio per l'interpretazione? Voglio dire perchè ci dovrebbero essere delle diatribe sull'armonia consonante e quella dissonante? Mica posso dire quel cavolo che mi pare, insomma meno male che su queste cose le regole sono abbastanza chiare

_________________________________
""The Common Market: We (British) went into it to screw the French by splitting them off from the Germans. The French went in to protect their inefficient farmers from commercial competition. The Germans went in to purge themselves of genocide and apply for readmission to the human race."
Yes Minister! :neve:
avatar
Amantide_Religiosa
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 14174
Data d'iscrizione : 22.09.09
Località : Milano/Roma

Torna in alto Andare in basso

Re: Mi sono definitavemente rotta con l\'ignoranza musicale

Messaggio Da Ospite il Mer 25 Nov 2009, 16:24

Amantide_Religiosa ha scritto:
Lucadev ha scritto:
Non intendo quindi spiegare cosa si intende per: armonia consonante e armonia dissonante. Questo lo dico per i musicisti che eventualmente vorranno intervenire, onde evitare eventuali inutili diatribe.
ma perchè c'è spazio per l'interpretazione? Voglio dire perchè ci dovrebbero essere delle diatribe sull'armonia consonante e quella dissonante? Mica posso dire quel cavolo che mi pare, insomma meno male che su queste cose le regole sono abbastanza chiare

Non mi riferivo in particolare a te Ama. Ho letto però interventi di altri utenti e ho visto che c'è un po' di confusione quando si parla di consonanza e dissonanza. Per questo ho voluto precisare che intendo fare un discorso generale sulla consonanza e sulla dissonanza, che precede eventualmente un discorso sull'armonia consonante e dissonante.
Mi spiego: non intendo parlare ancora, per il momento, di armonia consonante e dissonante. Sto cercando di gettare le basi per potere parlare un linguaggio comune onde potere comunicare meglio quello che si vuole spiegare, e questo vale per tutti, e per capirci meglio tra di noi.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: Mi sono definitavemente rotta con l\'ignoranza musicale

Messaggio Da Amantide_Religiosa il Mer 25 Nov 2009, 16:30

Lo so che non era riferito a me, ma non ho letto gli intereventi di cui parli ed è per questo che non avevo capito.

_________________________________
""The Common Market: We (British) went into it to screw the French by splitting them off from the Germans. The French went in to protect their inefficient farmers from commercial competition. The Germans went in to purge themselves of genocide and apply for readmission to the human race."
Yes Minister! :neve:
avatar
Amantide_Religiosa
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 14174
Data d'iscrizione : 22.09.09
Località : Milano/Roma

Torna in alto Andare in basso

Re: Mi sono definitavemente rotta con l\'ignoranza musicale

Messaggio Da bellaprincipessa il Mer 25 Nov 2009, 17:10

Lucadev ha scritto:
Amantide_Religiosa ha scritto:
Lucadev ha scritto:
Non intendo quindi spiegare cosa si intende per: armonia consonante e armonia dissonante. Questo lo dico per i musicisti che eventualmente vorranno intervenire, onde evitare eventuali inutili diatribe.
ma perchè c'è spazio per l'interpretazione? Voglio dire perchè ci dovrebbero essere delle diatribe sull'armonia consonante e quella dissonante? Mica posso dire quel cavolo che mi pare, insomma meno male che su queste cose le regole sono abbastanza chiare

Non mi riferivo in particolare a te Ama. Ho letto però interventi di altri utenti e ho visto che c'è un po' di confusione quando si parla di consonanza e dissonanza. Per questo ho voluto precisare che intendo fare un discorso generale sulla consonanza e sulla dissonanza, che precede eventualmente un discorso sull'armonia consonante e dissonante.
Mi spiego: non intendo parlare ancora, per il momento, di armonia consonante e dissonante. Sto cercando di gettare le basi per potere parlare un linguaggio comune onde potere comunicare meglio quello che si vuole spiegare, e questo vale per tutti, e per capirci meglio tra di noi.
diciamo che per il momento stockhausen e la dodecafonia li lasciamo da parte (tra parentesi quest'estate sono andata ad un concerto molto particolare, con musica cantata di stockhausen "Stimmung"... molto interessante). magari in futuro...
avatar
bellaprincipessa
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 14761
Data d'iscrizione : 05.10.09
Località : Roquebrune Cap-Martin (Costa Azzurra)

Torna in alto Andare in basso

Re: Mi sono definitavemente rotta con l\'ignoranza musicale

Messaggio Da Ospite il Mer 25 Nov 2009, 18:51

..


Ultima modifica di Lucadev il Dom 31 Lug 2011, 03:32, modificato 1 volta

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: Mi sono definitavemente rotta con l\'ignoranza musicale

Messaggio Da fear-of-the-dark il Gio 26 Nov 2009, 14:17

Lucadev ha scritto:Consonanza e Dissonanza parte II

Quando si parla di consonanza e di dissonanza c'è un implicito riferimento a parlare di due suoni. Ovvero la consonanza e la dissonanza sono concetti che fanno riferimento ad un certo tipo di rapporto esistente tra due suoni.
Diamo subito un criterio facile, che riferisce alla nostra percezione, per capire se due suoni sono tra loro consonati o dissonanti.
Usiamo un criterio che usavano gli antichi: due suoni sono tra loro consonanti se, quando vengono suonati insieme, producono un effetto gradevole all'orecchio.
Di conseguenza: due suoni sono tra loro dissonanti se, quando vengono suonati insieme, producono un effetto sgradevole all'orecchio.

Cominciamo subito con degli esempi.
Vi ricordate cosa significa intervallo ? Bhè, nella musica esiste un intervallo speciale che viene chiamato: unisono.
Come si intuisce è la stessa nota suonata da due fonti diverse. Possiamo per esempio immaginare che siano due corde di una chitarra accordate alla stessa nota....chessò....Do.
Le suoniamo insieme ed ecco prodotto l'unisono che è un esempio di consonanza. E' anche semplice e intuitivo capire che è una consonanza...no ? In questo caso come facciamo a dire che è una consonanza ? Suoniamo le due corde (note) insieme e l'effetto non è per nulla sgradevole, anzi potrebbe essere più gradevole di una singola nota in quanto vengono potenziati, in termini di volume, gli armonici naturali.

Un altro esempio di consonanza è l'ottava. Vi ricordate il discorso dell'ottava ? Se avete capito quel discorso allora capirete facilmente perchè l'ottava è una consonanza. E dovreste avere capito perchè, a distanza di una ottava, una nota prende sempre lo stesso nome. Se non vi ricordate la spiegazione del concetto di ottava vi consiglio un ripasso. Quella spiegazione vi fa capire perchè due suoni che distano di un intervallo di ottava sono consonanti e ve lo fa capire in termini scientifici moderni.

Gli antichi invece basavano le loro considerazioni usando principalmente il proprio orecchio e quindi, basandosi su quello, avevano stabilito che due note distanti una ottava e suonate insieme risultavano gradevoli all'orecchio, di conseguenza che erano (e sono) consonanti.

Tutto chiaro ?
Alla prossima puntata.

perfetto, ci sono, ho ripetuto , possiamo andare avanti prof!!!
avatar
fear-of-the-dark
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 12575
Data d'iscrizione : 30.09.09

Torna in alto Andare in basso

Re: Mi sono definitavemente rotta con l\'ignoranza musicale

Messaggio Da bellaprincipessa il Gio 26 Nov 2009, 14:19

Lucadev ha scritto:Consonanza e Dissonanza parte II

Quando si parla di consonanza e di dissonanza c'è un implicito riferimento a parlare di due suoni. Ovvero la consonanza e la dissonanza sono concetti che fanno riferimento ad un certo tipo di rapporto esistente tra due suoni.
Diamo subito un criterio facile, che riferisce alla nostra percezione, per capire se due suoni sono tra loro consonati o dissonanti.
Usiamo un criterio che usavano gli antichi: due suoni sono tra loro consonanti se, quando vengono suonati insieme, producono un effetto gradevole all'orecchio.
Di conseguenza: due suoni sono tra loro dissonanti se, quando vengono suonati insieme, producono un effetto sgradevole all'orecchio.

Cominciamo subito con degli esempi.
Vi ricordate cosa significa intervallo ? Bhè, nella musica esiste un intervallo speciale che viene chiamato: unisono.
Come si intuisce è la stessa nota suonata da due fonti diverse. Possiamo per esempio immaginare che siano due corde di una chitarra accordate alla stessa nota....chessò....Do.
Le suoniamo insieme ed ecco prodotto l'unisono che è un esempio di consonanza. E' anche semplice e intuitivo capire che è una consonanza...no ? In questo caso come facciamo a dire che è una consonanza ? Suoniamo le due corde (note) insieme e l'effetto non è per nulla sgradevole, anzi potrebbe essere più gradevole di una singola nota in quanto vengono potenziati, in termini di volume, gli armonici naturali.

Un altro esempio di consonanza è l'ottava. Vi ricordate il discorso dell'ottava ? Se avete capito quel discorso allora capirete facilmente perchè l'ottava è una consonanza. E dovreste avere capito perchè, a distanza di una ottava, una nota prende sempre lo stesso nome. Se non vi ricordate la spiegazione del concetto di ottava vi consiglio un ripasso. Quella spiegazione vi fa capire perchè due suoni che distano di un intervallo di ottava sono consonanti e ve lo fa capire in termini scientifici moderni.

Gli antichi invece basavano le loro considerazioni usando principalmente il proprio orecchio e quindi, basandosi su quello, avevano stabilito che due note distanti una ottava e suonate insieme risultavano gradevoli all'orecchio, di conseguenza che erano (e sono) consonanti.

Tutto chiaro ?
Alla prossima puntata.
proceda maestro, uno..., due... attacco!
avatar
bellaprincipessa
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 14761
Data d'iscrizione : 05.10.09
Località : Roquebrune Cap-Martin (Costa Azzurra)

Torna in alto Andare in basso

Re: Mi sono definitavemente rotta con l\'ignoranza musicale

Messaggio Da Ospite il Ven 27 Nov 2009, 11:04

...


Ultima modifica di Lucadev il Dom 31 Lug 2011, 03:33, modificato 2 volte

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: Mi sono definitavemente rotta con l\'ignoranza musicale

Messaggio Da mambu il Ven 27 Nov 2009, 11:19

Yessss Luc

però il pendolo ha sempre lo stesso periodo di oscillazione. Facciamo finta che hai usato i metronomi per la metafora?
avatar
mambu
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 11962
Data d'iscrizione : 22.09.09
Località : Brabante del Friuli

Torna in alto Andare in basso

Re: Mi sono definitavemente rotta con l\'ignoranza musicale

Messaggio Da Ospite il Ven 27 Nov 2009, 11:30

mambu ha scritto:Yessss Luc

però il pendolo ha sempre lo stesso periodo di oscillazione. Facciamo finta che hai usato i metronomi per la metafora?

mmhhhh... ....non ho tanto capito cosa intendi......

Si, comunque il metronomo è di fatto un pendolo. Se ti riferisci al fatto che ho parlato di frequenza e non di periodo, tu mi insegni che la frequenza è l'inverso del periodo. Quindi alla fine parlare di periodo o frequenza è la stessa cosa......giusto ?

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: Mi sono definitavemente rotta con l\'ignoranza musicale

Messaggio Da fear-of-the-dark il Ven 27 Nov 2009, 11:37

ok ho capito però piccola domanda cretina... le dissonanze sarebbero sempre da evitare?? cioè non è possibile che uno produca una dissonanza di proposito per un qualche effetto sonoro..ehm si è capito??
avatar
fear-of-the-dark
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 12575
Data d'iscrizione : 30.09.09

Torna in alto Andare in basso

Re: Mi sono definitavemente rotta con l\'ignoranza musicale

Messaggio Da bellaprincipessa il Ven 27 Nov 2009, 11:41

Lucadev ha scritto:Consonanza e dissonanza parte II

Se ricordate, quando è stata spiegata la tonalità, si è parlato di ciclicità, e si è fatto riferimento al pendolo (primo post).
Proviamo a visualizzare il concetto di consonanza usando un pendolo.
Proviamo a visualizzarci l'unisono. L'unisono sono due pendoli perfettamente sincronizzati tra loro; ai nostri occhi si muoveranno esattamente nello stesso modo.
E l'ottava ? Abbiamo detto che, data una certa nota di riferimento, la stessa nota all'ottava superiore ha frequenza doppia rispetto a quella di riferimento.
Quindi, ritornando ai pendoli, mentre il pendolo di riferimento farà un'oscillazione completa o ciclo completo (tic - tac), il secondo ne farà due all'interno del periodo di tempo nel quale il primo ne compie una completa:

I pendolo: ---- tic ------------- tac ...
II pendolo: --- tic - tac - tic - tac ...

(rappresentazione di due suoni distanti tra loro un'ottava)

Ora spieghiamo la dissonanza usando l'esempio del pendolo. Ritorniamo all'unisono; abbiamo detto che i due pendoli in questo caso sono sincroni:

I pendolo: ---- tic ---- tac ---- tic ---- tac ...
II pendolo: --- tic ---- tac ---- tic ---- tac ...

(rappresentazione dell' unisono)

Supponiamo ora che i due pendoli completino un ciclo in tempi leggermente diversi:

I pendolo: ---- tic ---- tac ---- tic ---- tac ...
II pendolo: --- tic --- tac --- tic --- tac ...

(rappresentazione di due suoni tra loro dissonanti)

Vediamo che nonostante i pendoli partano nello stesso istante, poi risultano non sincronizzati e quindi si sentono i "tic" e i "tac" leggermente sfasati tra loro.
Tradotto questo in termini di fisica dei suoni significa che le frequenze sono tra loro diverse.
All'orecchio queste frequenze diverse danno una sensazione poco gradevole, come se i suoni non fossero in armonia tra loro.
Tradotto in termini musicali diciamo che i suoni non sono intonati oppure che, se prendiamo il primo suono come riferimento, il secondo non è intonato al primo.
Se la differenza tra le frequenze tra due suoni è minima, diremo che il secondo suono non è perfettamente intonato o meglio che è calante o crescente a seconda che la frequenza sia rispettivamente inferiore o superiore alla frequenza della nota di riferimento.
Se la differenza tra le due frequenze è notevole allora diciamo che il secondo suono non è intonato al primo, oppure che è "stonato".

Quindi c'è già un concetto importante da capire e cioè che non esiste un suono intonato o stonato di per sè ma che esiste un suono intonato o stonato in quanto paragonato ad un suono o tono di riferimento.

A questo punto però si potrebbe pensare che suoni che hanno frequenze diverse oppure frequenze che non distano tra loro di un intervallo di ottava siano dissonanti. Non è così.
Nella prossima parte cercheremo di capire quali rapporti di frequenze (che non siano l'unisono e l'ottava) sono considerati tra loro consonanti. E anche perchè.

Tutto chiaro ?
perfettamente chiaro Maestro.
Prosegua pure.
avatar
bellaprincipessa
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 14761
Data d'iscrizione : 05.10.09
Località : Roquebrune Cap-Martin (Costa Azzurra)

Torna in alto Andare in basso

Re: Mi sono definitavemente rotta con l\'ignoranza musicale

Messaggio Da Ospite il Ven 27 Nov 2009, 12:05

fear-of-the-dark ha scritto:ok ho capito però piccola domanda cretina... le dissonanze sarebbero sempre da evitare?? cioè non è possibile che uno produca una dissonanza di proposito per un qualche effetto sonoro..ehm si è capito??

La tua domanda è tutt'altro che cretina. La risposta però non è semplice, o meglio non è semplice con la terminologia e gli strumenti di comprensione che abbiamo fino ad ora.

Vediamo se riesco a spiegarlo in modo semplice......
Come dicevo in un mio post precedente il concetto di dissonanza è un concetto ampio. E' da intendersi in senso generale in riferimento a due suoni che uditi contemporaneamente non risultano gradevoli all'orecchio. Esiste poi un concetto di dissonanza legato al nostro sistema musicale, ma lì ci dobbiamo ancora arrivare.

Esiste però un terzo caso in cui due suoni leggermente fuori intonazione tra loro producono un effetto molto particolare e piacevole. In termini tecnici i due suoni hanno frequenze diverse ma in termini di percezione per l'orecchio il risultato è piacevole, anche più piacevole che ascoltare il singolo suono o i due suoni perfettamente allineati in termini di frequenza.
Un applicazione di questo fenomeno si ha nella costruzione di effettistica elettronica usata a scopi musicali, in particolare troviamo questo principio nell'effetto chorus che è un effetto molto usato dai chitarristi elettrici. L'effetto si chiama proprio chorus in quanto riproduce quello che avviene in un coro. Ovvero che i suoni dei singoli elementi non hanno una intonazione perfetta quando intonano tutti la medesima nota. Il risultato è che ascoltare un coro è più piacevole e "musicale" proprio a causa di questo fenomeno.

Queste cose spiegate però non rendono l'idea dell'effetto "sonoro", vedo se riesco a trovare in rete più tardi un esempio da ascoltare.
Claro ?

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: Mi sono definitavemente rotta con l\'ignoranza musicale

Messaggio Da fear-of-the-dark il Ven 27 Nov 2009, 12:09

Lucadev ha scritto:
fear-of-the-dark ha scritto:ok ho capito però piccola domanda cretina... le dissonanze sarebbero sempre da evitare?? cioè non è possibile che uno produca una dissonanza di proposito per un qualche effetto sonoro..ehm si è capito??

La tua domanda è tutt'altro che cretina. La risposta però non è semplice, o meglio non è semplice con la terminologia e gli strumenti di comprensione che abbiamo fino ad ora.

Vediamo se riesco a spiegarlo in modo semplice......
Come dicevo in un mio post precedente il concetto di dissonanza è un concetto ampio. E' da intendersi in senso generale in riferimento a due suoni che uditi contemporaneamente non risultano gradevoli all'orecchio. Esiste poi un concetto di dissonanza legato al nostro sistema musicale, ma lì ci dobbiamo ancora arrivare.

Esiste però un terzo caso in cui due suoni leggermente fuori intonazione tra loro producono un effetto molto particolare e piacevole. In termini tecnici i due suoni hanno frequenze diverse ma in termini di percezione per l'orecchio il risultato è piacevole, anche più piacevole che ascoltare il singolo suono o i due suoni perfettamente allineati in termini di frequenza.
Un applicazione di questo fenomeno si ha nella costruzione di effettistica elettronica usata a scopi musicali, in particolare troviamo questo principio nell'effetto chorus che è un effetto molto usato dai chitarristi elettrici. L'effetto si chiama proprio chorus in quanto riproduce quello che avviene in un coro. Ovvero che i suoni dei singoli elementi non hanno una intonazione perfetta quando intonano tutti la medesima nota. Il risultato è che ascoltare un coro è più piacevole e "musicale" proprio a causa di questo fenomeno.

Queste cose spiegate però non rendono l'idea dell'effetto "sonoro", vedo se riesco a trovare in rete più tardi un esempio da ascoltare.
Claro ?

chiarissimo
grazie mille prof!!!
avatar
fear-of-the-dark
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 12575
Data d'iscrizione : 30.09.09

Torna in alto Andare in basso

Re: Mi sono definitavemente rotta con l\'ignoranza musicale

Messaggio Da Ospite il Ven 27 Nov 2009, 12:55

Una piccola precisazione alla risposta alla domanda di fear:
l'esempio che facevo sui due suoni non perfettamente intonati che producono un effetto gradevole non è di fatto da considerarsi una dissonanza. Questo tanto per evitare confusione.
Invece andate a questa pagina:

http://www.harmony-central.com/Effects/Articles/Chorus/

e scaricate il primo esempio (quello fornito subito in "Introduction") per avere un'idea dell'effetto chorus, che applica il principio che ho spiegato nel mio post precedente.
C'è anche la possibilità per i più curiosi di leggersi come funziona l'effetto in modo approfondito.
Nell'esempio c'è una chitarra che suona degli accordi, prima senza effetto e poi con l'effetto chorus applicato. Vi renderete conto meglio di quello che ho spiegato nel mio post precedente.
Se non è chiaro qualcosa chiedete.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: Mi sono definitavemente rotta con l\'ignoranza musicale

Messaggio Da omar77 il Ven 27 Nov 2009, 12:57

Lucadev ha scritto:Consonanza e dissonanza parte II

Se ricordate, quando è stata spiegata la tonalità, si è parlato di ciclicità, e si è fatto riferimento al pendolo (primo post).
Proviamo a visualizzare il concetto di consonanza usando un pendolo.
Proviamo a visualizzarci l'unisono. L'unisono sono due pendoli perfettamente sincronizzati tra loro; ai nostri occhi si muoveranno esattamente nello stesso modo.
E l'ottava ? Abbiamo detto che, data una certa nota di riferimento, la stessa nota all'ottava superiore ha frequenza doppia rispetto a quella di riferimento.
Quindi, ritornando ai pendoli, mentre il pendolo di riferimento farà un'oscillazione completa o ciclo completo (tic - tac), il secondo ne farà due all'interno del periodo di tempo nel quale il primo ne compie una completa:

I pendolo: ---- tic ------------- tac ...
II pendolo: --- tic - tac - tic - tac ...

(rappresentazione di due suoni distanti tra loro un'ottava)

Ora spieghiamo la dissonanza usando l'esempio del pendolo. Ritorniamo all'unisono; abbiamo detto che i due pendoli in questo caso sono sincroni:

I pendolo: ---- tic ---- tac ---- tic ---- tac ...
II pendolo: --- tic ---- tac ---- tic ---- tac ...

(rappresentazione dell' unisono)

Supponiamo ora che i due pendoli completino un ciclo in tempi leggermente diversi:

I pendolo: ---- tic ---- tac ---- tic ---- tac ...
II pendolo: --- tic --- tac --- tic --- tac ...

(rappresentazione di due suoni tra loro dissonanti)

Vediamo che nonostante i pendoli partano nello stesso istante, poi risultano non sincronizzati e quindi si sentono i "tic" e i "tac" leggermente sfasati tra loro.
Tradotto questo in termini di fisica dei suoni significa che le frequenze sono tra loro diverse.
All'orecchio queste frequenze diverse danno una sensazione poco gradevole, come se i suoni non fossero in armonia tra loro.
Tradotto in termini musicali diciamo che i suoni non sono intonati oppure che, se prendiamo il primo suono come riferimento, il secondo non è intonato al primo.
Se la differenza tra le frequenze tra due suoni è minima, diremo che il secondo suono non è perfettamente intonato o meglio che è calante o crescente a seconda che la frequenza sia rispettivamente inferiore o superiore alla frequenza della nota di riferimento.
Se la differenza tra le due frequenze è notevole allora diciamo che il secondo suono non è intonato al primo, oppure che è "stonato".

Quindi c'è già un concetto importante da capire e cioè che non esiste un suono intonato o stonato di per sè ma che esiste un suono intonato o stonato in quanto paragonato ad un suono o tono di riferimento.

A questo punto però si potrebbe pensare che suoni che hanno frequenze diverse oppure frequenze che non distano tra loro di un intervallo di ottava siano dissonanti. Non è così.
Nella prossima parte cercheremo di capire quali rapporti di frequenze (che non siano l'unisono e l'ottava) sono considerati tra loro consonanti. E anche perchè.

Tutto chiaro ?

avatar
omar77
Utente Aficionado: 501-2000 post
Utente Aficionado: 501-2000 post

Messaggi : 1629
Data d'iscrizione : 01.10.09
Località : di qua ,di là

Torna in alto Andare in basso

Re: Mi sono definitavemente rotta con l\'ignoranza musicale

Messaggio Da fear-of-the-dark il Ven 27 Nov 2009, 13:10

Lucadev ha scritto:Una piccola precisazione alla risposta alla domanda di fear:
l'esempio che facevo sui due suoni non perfettamente intonati che producono un effetto gradevole non è di fatto da considerarsi una dissonanza. Questo tanto per evitare confusione.
Invece andate a questa pagina:

http://www.harmony-central.com/Effects/Articles/Chorus/

e scaricate il primo esempio (quello fornito subito in "Introduction") per avere un'idea dell'effetto chorus, che applica il principio che ho spiegato nel mio post precedente.
C'è anche la possibilità per i più curiosi di leggersi come funziona l'effetto in modo approfondito.
Nell'esempio c'è una chitarra che suona degli accordi, prima senza effetto e poi con l'effetto chorus applicato. Vi renderete conto meglio di quello che ho spiegato nel mio post precedente.
Se non è chiaro qualcosa chiedete.
rende perfettamente l'idea.
per l'approfondimento direi che passo, il mio inglese è troppo scarso e le mie conoscenze musicali ancora troppo limitate.
avatar
fear-of-the-dark
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 12575
Data d'iscrizione : 30.09.09

Torna in alto Andare in basso

Re: Mi sono definitavemente rotta con l\'ignoranza musicale

Messaggio Da mambu il Ven 27 Nov 2009, 13:12

Lucadev ha scritto:
mambu ha scritto:Yessss Luc

però il pendolo ha sempre lo stesso periodo di oscillazione. Facciamo finta che hai usato i metronomi per la metafora?

mmhhhh... ....non ho tanto capito cosa intendi......

Si, comunque il metronomo è di fatto un pendolo. Se ti riferisci al fatto che ho parlato di frequenza e non di periodo, tu mi insegni che la frequenza è l'inverso del periodo. Quindi alla fine parlare di periodo o frequenza è la stessa cosa......giusto ?

ho scritto una scemenza Luc, scusa Mi è venuto in mente che ero per la strada e ho tirato un bestemmione in pubblico

L'unica cosa giusta è che quella del pendolo è una metafora. ma il periodo di un pendolo (e di un metronomo, che è un pendolo particolare, come giustamente dici) varia a seconda della lunghezza e anche del peso.
avatar
mambu
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 11962
Data d'iscrizione : 22.09.09
Località : Brabante del Friuli

Torna in alto Andare in basso

Re: Mi sono definitavemente rotta con l\'ignoranza musicale

Messaggio Da Ospite il Ven 27 Nov 2009, 13:35

mambu ha scritto:
Lucadev ha scritto:
mambu ha scritto:Yessss Luc

però il pendolo ha sempre lo stesso periodo di oscillazione. Facciamo finta che hai usato i metronomi per la metafora?

mmhhhh... ....non ho tanto capito cosa intendi......

Si, comunque il metronomo è di fatto un pendolo. Se ti riferisci al fatto che ho parlato di frequenza e non di periodo, tu mi insegni che la frequenza è l'inverso del periodo. Quindi alla fine parlare di periodo o frequenza è la stessa cosa......giusto ?

ho scritto una scemenza Luc, scusa Mi è venuto in mente che ero per la strada e ho tirato un bestemmione in pubblico

L'unica cosa giusta è che quella del pendolo è una metafora. ma il periodo di un pendolo (e di un metronomo, che è un pendolo particolare, come giustamente dici) varia a seconda della lunghezza e anche del peso.

Non ti preoccupare mambu....non essendo il più feroce del forum.....non mi ti magno.....
Scherzi a parte, so che per chi non ha mai sudiato o approfondito queste cose, potrebbero risultare non del tutto immediate.
Tutti i dubbi e le "riflessioni ad alta voce" sono lecite. Se posso e se riesco cercherò di chiarire.

Chi non ha capito faccia domande senza avere paura, quando posso rispondo.
A proposito oggi a partire dalle 15 circa non ci sarò. Se fate domande dopo quell'ora potrò rispondere solo domani.
Grazie a tutti dell'interesse, mi fa molto piacere.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: Mi sono definitavemente rotta con l\'ignoranza musicale

Messaggio Da Ospite il Mer 09 Dic 2009, 18:10

...


Ultima modifica di Lucadev il Dom 31 Lug 2011, 03:34, modificato 1 volta

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: Mi sono definitavemente rotta con l\'ignoranza musicale

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 21 di 23 Precedente  1 ... 12 ... 20, 21, 22, 23  Seguente

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum